Bari, a Palazzo di Città la visita di 23 giovani del programma di interscambio culturale del Lions Club International

22

ricevuti a palazzo di città 23 ragazzi del programma di interscambio culturale del Lions club

Ecco com’è andata

BARI – Sono stati ricevuti oggi, a Palazzo di Città, dall’assessora alle Culture Ines Pierucci e dal consigliere comunale Giuseppe Cascella, 23 ragazzi e ragazze provenienti da 17 Paesi (Stati Uniti, Germania, Turchia, Macedonia, Taiwan, Francia, Austria, Finlandia, Messico, Repubblica Ceca, Israele, Ungheria, Spagna, Olanda, Danimarca, Brasile e Cina) partecipanti al programma di interscambio culturale promosso dal Lions Clubs International, distretto 108 Ab-Puglia.

Questo service internazionale è nato nel 1973 con l’importante obiettivo di promuovere integrazione e incontro tra culture diverse – ha detto Pasquale Di Ciommo, past governatore del distretto 108 Ab-Puglia del Lions Club International – in linea con il primo scopo dei Lions, quello di creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo“.

Siamo felici e onorati di accogliere nella nostra città questa delegazione di ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo – ha commentato l’assessora Pierucci -. Gli scambi giovanili sono attività fondamentali per sviluppare rispetto, comunicazione e tolleranza nelle nuove generazioni attraverso la conoscenza delle diversità culturali. L’incontro con l’altro promuove il senso di reciprocità, lo spirito di integrazione a collaborazione che possono e devono deve aiutare le persone a conoscere ciò che è diverso da noi, in egual modo espressione di civiltà superando pregiudizi e luoghi comuni“.

Siamo contenti dell’arrivo di questi ragazzi a Bari, città dell’incontro e dell’accoglienza – ha proseguito Cascella -. Oggi abbiamo voluto riceverli nella sala consiliare intitolata a Enrico Dalfino, il sindaco che nel 1991 affrontò lo sbarco di quindicimila persone dalla nave Vlora, una pagina della nostra storia recente che ha cambiato l’identità di una città e di una intera regione“.

Dopo l’incontro istituzionale in Comune i 23 giovani ospiti, accompagnati da una guida di lingua inglese, hanno visitato la città vecchia per conoscere le bellezze e i luoghi più caratteristici del borgo antico e degustare specialità gastronomiche tipiche della nostra tradizione.