Bari, 25° anniversario dello sbarco della Vlora

40

Stamattina la consegna della Stele nicolaiana della solidarietà al colonnello D’Alonzo

25esimo anniversario vloraBARI – Questa mattina, nel 25esimo anniversario dello sbarco della Vlora nel porto di Bari, il sindaco Antonio Decaro, alla presenza del vicepresidente della Regione Puglia Antonio Nunziante, del vice prefetto vicario Francesco Cappetta, del comandante della Polizia municipale Nicola Marzulli e della vedova del sindaco Enrico Dalfino, Anna Colasanto, ha consegnato la Stele nicolaiana della solidarietà a Saverio Gualtiero D’Alonzo, che all’epoca dei fatti guidò il corpo di Polizia municipale impegnato nelle operazioni di soccorso e assistenza agli uomini e alle donne stremati dal terribile viaggio.

La prima volta che l’immigrazione ha bussato alle porte del nostro Paese è stato l’8 agosto del 1991 – ha detto il sindaco – quando 20mila uomini, donne e bambini albanesi arrivarono nella nostra città, la città di San Nicola, alla ricerca di una vita migliore, e furono accolti con umanità e professionalità, nonostante 25 anni fa la macchina della Protezione civile praticamente non esistesse. Furono la buona volontà, il senso del dovere, l’abnegazione e la compassione di uomini e donne come il sindaco Dalfino e il colonnello D’Alonzo ad evitare che quella situazione si trasformasse in una tragedia umanitaria. Per questo sono orgoglioso di consegnare un riconoscimento a Saverio Gualtiero D’Alonzo, per il suo straordinario impegno nei giorni dell’arrivo della Vlora”.

Di seguito il testo della pergamena consegnata dal sindaco insieme alla stele:

La Stele nicolaiana della solidarietà al Colonnello Saverio Gualtiero D’Alonzo è il segno della riconoscenza di questa Amministrazione per la grande prova di umanità, solidarietà e alto senso delle istituzioni resa, in particolare dal Corpo della Polizia Municipale, nei giorni drammatici dell’arrivo della Vlora nel porto di Bari, venticinque anni fa.

Il Comandante e il vice, assenti per ferie, furono sostituiti allora dal funzionario D’Alonzo, che si distinse per lo straordinario impegno, al fianco del Sindaco Enrico Dalfino, lavorando senza sosta nelle attività di soccorso e assistenza per evitare che un’emergenza di quella portata, senza precedenti, si trasformasse in una tragedia umanitaria.

In quei giorni che hanno segnato profondamente la storia della nostra città e dei popoli del Mediterraneo, Saverio Gualtiero D’Alonzo e il Corpo della Polizia municipale di Bari sono stati l’esempio di quello che tutti noi vorremmo incarnassero le istituzioni.

Questo, dunque, vuol essere un riconoscimento all’uomo e al dipendente comunale.