Bari, “20 ragazzi in cerca d’autore”: aperte le iscrizioni per il progetto di teatro sociale rivolto ai minori del Municipio I

Lo rende noto la presidente Micaela Paparella

logo BariBARI – La presidente Micaela Paparella rende noto che sono aperte le iscrizioni per partecipare al progetto di teatro sociale “20 ragazzi in cerca d’autore”, rivolto a 20 minori in condizioni di disagio economico di età compresa tra i 12 e i 17 anni, di cui 4 diversamente abili, residenti nel territorio del Municipio I.

Si tratta di un corso teatrale realizzato dalla cooperativa sociale “Panacea”, con la collaborazione dell’associazione culturale “Quelli del teatro – Gruppo teatrale filodrammatico di Bari”, e articolato in 40 incontri/prove bisettimanali, della durata di 90 minuti ciascuno, finalizzati alla realizzazione di 4 rappresentazioni pubbliche da mettere in scena nei luoghi di aggregazione più significativi delle aree periferiche del Municipio I.

Durante lo svolgimento del progetto i ragazzi, che si parteciperanno anche alla scrittura di un testo da portare in scena, potranno cimentarsi con il gioco, l’improvvisazione, la comunicazione non verbale e il potenziamento della voce attraverso un corretto utilizzo della respirazione e del diaframma.

L’iniziativa si caratterizza come azione di prevenzione alle problematiche relative alla dipendenza patologica con o senza sostanze e mira a rendere i minori protagonisti di un percorso dinamico in cui possano emergere le loro personalità e idee, oltre che a stimolare la loro crescita relazionale nel contesto in cui vivono.

Le famiglie interessate possono rivolgersi al segretariato sociale delle sedi del Municipio I in via Trevisani 206, nel quartiere Libertà – dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.30, e il martedì dalle ore 15.30 alle 18 – e in via Archimede 41, nel quartier Japigia – dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.30, e il martedì e il giovedì dalle ore 15.30 alle 18.

La partecipazione al progetto è gratuita.

Il progetto del teatro sociale rientra tra gli otto con finalità socio-educative rivolti ai minori a rischio devianza, finanziati per il 2017 – commenta la presidente del Municipio I Micaela Paparella -. L’obiettivo che ci siamo posti è quello di sostenere i nostri ragazzi sia sul piano personale sia su quello prettamente relazione attraverso la recitazione e l’espressività del corpo. E il teatro rappresenta lo strumento espressivo per eccellenza, in grado di dar voce e forza all’intimità delle persone più fragili”.