BA 29, questa mattina la conferenza stampa con i ragazzi e le aziende che hanno partecipato alla misura

conferenza stampa risultati misura inclusiva lavoro

Scadenza prorogata al 31 luglio per presentare la domanda

BARI – Questa mattina, nella sala giunta del Comune di Bari, il sindaco Antonio Decaro ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione dei primi risultati della misura di inclusione lavorativa rivolta alle ragazze e ai ragazzi baresi di età inferiore ai 29 anni, residenti da almeno sei mesi nella Città di Bari e provenienti da nuclei familiari con ISEE non superiore a € 6.000

In questa occasione è stata rilanciata la proroga al 31 luglio per la possibilità di presentare candidature a partecipare alle selezioni presso Porta Futuro.

Insieme al sindaco erano presenti Franco Lacarra, responsabile comunale di Porta Futuro, e i rappresentanti di due aziende del territorio Miriam Loiacono di Autoclub e Salvatore Lemma di Brovedani che hanno riportato una testimonianza circa la propria esperienza con la misura comunale che ha permesso ad alcuni ragazzi di avviare una esperienza di tirocinio presso le loro realtà.

Erano presenti oggi anche quattro ragazzi che hanno partecipato a BA 29. Per due di questi l’esperienza di tirocinio si è trasformata in una contratto di lavoro. Gli altri due invece stanno terminando in questi giorni.

Fino ad oggi sono 398 le aziende che si sono proposte di ospitare tirocini formativi per 976 posizioni disponibili. 154 sono le imprese che già sono state contattate per effettuare colloqui con i ragazzi selezionati.

In totale, sono 670 le domande di cittadini pervenuti fino a questo momento (10-6-2019) e secondo le modalità di matching tra posizioni attivate e competenze dichiarate dai candidati, sono stati effettuati 1505 colloqui. Sono stati 196 i tirocini attivati e altri 11 sono pronti a partire il prossimo 20 giugno. Infine, dei 60 tirocini già conclusisi 15 si sono trasformati in contratti di lavoro.

Il sindaco, in apertura della conferenza stampa ha letto una lettera inviata da un ragazzo di 27 anni, ai responsabili della sua azienda, che dopo l’esperienza BA 29, oggi lavora proprio presso Autoclub.

Buonasera signora, oggi ho ricevuto il mio primo stipendio come dipendente a tutti gli effetti della vostra azienda. Sono veramente contentissimo di far parte di questa grande famiglia e non smetterò mai di ringraziarla per la grandissima opportunità che mi ha dato; pensavo che a 27 anni non avrei mai avuto una possibilità del genere, mi consideravo un ragazzo “finito” che non sarebbe mai riuscito a trovare un lavoro vero che mi avrebbe permesso di mantenere la mia famiglia, di renderli fieri di me per le mie capacità almeno una volta, ma per fortuna è arrivata lei a dare una svolta alla mia vita. Spero di fare bene e di migliorarmi ogni giorno, con l’aiuto dei miei colleghi. – Questo è lo spirito che ha animato i progetti di inclusione lavorativa portato avanti in questi anni dall’amministrazione comunale: combattere la delusione e la sfiducia di chi non ha un lavoro. Lo abbiamo fatto dapprima con i Cantieri di cittadinanza che sono partiti nel 2014 e che hanno avuto una significativa evoluzione negli anni, integrandosi anche con le misure simili regionali e governativi. A questi in un secondo momento abbiamo aggiunto BA 29, una occasione di formazione ed esperienza professionale per i ragazzi più giovani che stentavano ad entrare nel mondo del lavoro. Nel rispetto delle nostre competenze, nel nostro piccolo, abbiamo cercato di afre la nostra parte, dialogando con Regioni e Governo e suggerendo anche modifiche agli strumenti che sono arrivati dopo, anche sulla base di esperienze come questa che ci dicono che è importante avere creare occasioni di contatto con il mondo del lavoro, attraverso una interlocuzione con il settore privato. Questo perché è molto difficile pensare che chi fa un’esperienza di formazione in un ufficio pubblico poi possa maturare la possibilità di un contratto di lavoro direttamente. Per questo la scelta del comune di Bari è stata quella, da subito di attivare sinergie con il mondo dell’impresa, che devo dire sta rispondendo più che bene. Sono state ammesse all’iniziativa 398 aziende, che hanno chiesto tirocini per 976 persone al di sotto dei 29 anni di età: questi giovani avranno la possibilità di formarsi in un’azienda della nostra città, percependo un rimborso di 450 euro al mese. Ad oggi sono pervenute agli uffici 435 domande, di cui 413 sono gli ammessi. Meno della metà della richiesta delle aziende. 196 sono i tirocini già attivati, e 87 persone purtroppo hanno rinunciato. Il dato che invece ci incoraggia è che su 61 tirocini conclusi, 15 persone sono state assunte, circa il 25%. Sono piccoli numeri ma la percentuale è comunque alta e ci impegna ad andare avanti. Oggi ho voluto essere qui per dar voce ai veri attori di questo progetto, che non sono né il sindaco né il dirigente comunale Franco Lacarra, bensì le imprese che hanno aderito, e i tirocinanti che hanno messo tutto l’impegno in questa opportunità, e che oggi vogliono raccontare la loro esperienza. Questo per dire a tutti i ragazzi della nostra città che esiste questa occasione e che è reale. Vorrei dire a tutti i ragazzi di non farsi tentare dalla sfiducia o da chi dice che ‘tanto non succederà mai a me’ perché queste sono le uniche cose che non vi faranno mai andare avanti. Cogliere una opportunità, provarci e mettersi in gioco sono gli unici modi per raggiungere un traguardo come è successo a questi ragazzi. Ci sono ancora circa 500 posizioni aperte che possono rappresentare altrettante possibilità per 500 ragazze e ragazzi baresi“.

È possibile quindi presentare la propria candidatura a BA 29 fino al 31 luglio.

Le domande potranno essere presentate, ai sensi dell’articolo 11 dell’Avviso, dal 02.05.2019 al 30.06.2019, presso lo sportello di Porta Futuro, via Crisanzio 183/h, dalle ore 9.00 alle 12.00 o attraverso PEC all’indirizzo politichedellavoro.comunebari@pec.rupar.puglia.it.