B2F, Zero5 Castellana Grotte. Ecco l’opposto

laura loddo (partita)

Completata la linea di attacco

GROTTE DI CASTELLANA (BA) – Laura Loddo, solo 23 anni, ma già diversi anni in B1 e B2 con un playoff conquistato ed un campionato vinto. E’ lei l’opposto della Zero5 Castellana Grotte per il prossimo campionato nazionale di pallavolo femminile, serie B2, girone H.

Alta 1.84, nativa di Calangianus, un paesino in provincia di Olbia Tempio, dopo qualche anno a Sassari in serie C, si forma tecnicamente ad Olbia e Todi in B1. Torna in Sardegna per disputare due anni a Palau in B2 dove prova la prima esperienza dei playoff. Entra quindi in un organico fortissimo a Pedara in Sicilia dove conquista la promozione a suon di vittorie (neanche una sconfitta nell’intero campionato).

L’anno successivo rimane in Sicilia passando a Siracusa dove si prospetta un buon campionato, ma nella realtà si rivela un disastro con l’inevitabile retrocessione dopo un’annata “da delirio. A metà campionato ho avuto l’occasione di cambiare squadra, ma non ho voluto abbandonare le mie compagne“, dice con orgoglio la forte giocatrice, “ed abbiamo deciso di provarci fino in fondo“.

In quella lotta per la salvezza dello scorso anno, fu implicata anche la Grotte Volley che, sul finire del campionato, proprio a Siracusa, conquistò i due punti che sancirono la salvezza matematica anticipata.

Si avverte una grande amarezza nelle parole di Laura Loddo, ma anche una grandissima voglia di riscatto: “Ho subito accettato la proposta di Castellana perchè mi è stato prospettato un anno avvincente, un campionato dove potremo puntare a fare bene. Ho proprio tanta voglia di reimpadronirmi degli allenamenti, delle gare. Voglio rimettermi in gioco per dimostrare le mie possibilità e la mia tecnica. Voglio fare un campionato di vertice. Mi piace questa squadra perchè non giocherà solo sulla difensiva, ma proverà ad imporre il proprio gioco“.

Questa giocatrice ha tanto carattere e circa le difficoltà del girone dice: “Si, sarà difficile, ma mi attira proprio per questo. Per la prima volta giocherò nelle Marche ed avremo tanti derby, ma faremo in modo che siano gli altri a temere noi. E poi ho visto l’anno scorso che il pubblico di Castellana è molto caloroso. C’è proprio un bell’ambiente in quel palazzetto. Insieme si può fare. Il calore del pubblico può farci sentire giocatrici di serie A e questo è proprio quello che io cerco“.