B2F, Zero5 Castellana Grotte: battuta Copertino con l’autorità della grande squadra

24

attacco loddo

Ecco com’è andata

CASTELLANA GROTTE (BA) – Carattere, personalità, bravura delle singole atlete e compattezza di squadra, queste le doti emerse nella Zero5 Castellana Grotte che ha superato per 3 ad 1 (25-22, 25-16, 18-25, 25-18) l’Ecotecnica Copertino in un incontro difficile e spettacolare nell’ottava giornata di ritorno del campionato nazionale di B2 femminile, girone H.

Castelbellino torna alla vittoria, Oria vince solo al tiebreak perdendo un punto nella corsa playoff, Corridonia sbanca Giulianova ed Offida, prossimo avversario Zero5, perde a Mesagne, per questa nuova classifica: Castelbellino 61, Castellana Grotte 53, Oria 49, Corridonia 42, Copertino ed Offida 35, Mesagne 31, Noci 25, Jesi 23, Porto San Giorgio 20, Recanati e Monte San Giusto 18, Giulianova 16, Cerignola 15.

La gara. Mister Quarta schiera per l’Ecotecnica, Greco opposta a Stincone, Albano e Larocca al centro, Basciano e Romano in banda, Bozzetto libero. Entrate Lanza, Piarulli, D’onofrio, Di Staso e Mirto.

Cilibeti risponde con la formazione tipo: Loddo (14 punti) opposta a Di Bert (1), Kabunda (8) e Salamida (16) centrali, Civardi (11) e Kostadinova (16) schiacciatrici, Giombetti libero. Non entrate Recchia S., Milano, De Mitri e Renna.

Parte forte Copertino (5-8), confermandosi squadra attenta, presente su ogni pallone e pungente in attacco, ma quando raggiunge il massimo vantaggio (11-17), subisce il formidabile ritorno di una Zero5 impeccabile che esprime uno dei suoi proverbiali allunghi, realizzando un parziale di 14-5 e conquistando un set che sembrava perduto.

Il netto risultato del secondo set (25-16) non rispecchia la reale evoluzione del parziale che vive due fasi distinte: la prima di grande equilibrio fino al 15 pari, la seconda di dominio assoluto della Zero5 con un 10-1 propiziato da un travolgente turno al servizio di Valentina Civardi che consente alla squadra di esprimere tutto il proprio potenziale.

Nel terzo set, Copertino, colpita nell’orgoglio, reagisce elevando il suo già alto livello di gioco, superando le sortite avversarie ed arrivando in fondo con un meritato 18-25 (4-8, 11-16, 15-21), che promette un grande finale di gara.

Promessa mantenuta nell’ultimo parziale. La Zero5, come già ampiamente dimostrato, mostra ottime capacità di reazione, si ricompatta e reimpone il proprio gioco (8-4 e 16-10) anche se Copertino non accetta certo passivamente il ruolo di comparsa. Massimo vantaggio Zero5 18-11, poi Copertino le tenta tutte, si avvicina (22-18), ma subisce l’allungo finale delle padrone di casa (25-18). Il pubblico, anche di parte leccese, applaude soddisfatto.

Ottima gara di squadra per la Zero5 con Ezia Salamida che, cosa non tanto consueta per una centrale, si aggiudica anche il titolo di top scorer con 16 punti realizzati, stesso punteggio raggiunto dalla grande Adriana Kostadinova.

L’affiatamento con Eva Di Bert cresce giorno dopo giorno“, conferma l’eclettica giocatrice originaria di Gioia del Colle, “siamo in dirittura d’arrivo per i play off, ma dobbiamo fare sempre meglio“. A coronare il suo prossimo futuro, non ci saranno soltanto i play off, ma anche la sua Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie.

Molto soddisfatto il tecnico Zero5, Massimiliano Ciliberti: “Si, soddisfattissimo, abbiamo vinto contro una squadra forte, una signora squadra in tutti i reparti. Era una partita molto importante per noi. Certo, c’è sempre da migliorare qualcosa, ma dopo la brutta partenza c’è stata una grande reazione caratteriale, una grande vittoria di tutte“.

Questo il commento finale di Enrico Quarta, tecnico della squadra leccese: “Nei momenti decisivi siamo calati e l’abbiamo pagato caro, sono uscite le individualità delle ragazze del Castellana. Abbiamo gestito male le situazioni di palla staccata e la mancanza di lucidità. Complimenti a Castellana che, ne sono certo, farà un ottimo playoff”.

Nelle giovanili, la squadra di serie D conferma il terzo posto in classifica grazie alla brillante vittoria contro Casamassima per 3-1 (25-22, 19-25, 25-20, 25-17); corsara a Polignano a Mare la squadra di seconda divisione che si impone per 0-3 (20-25, 13-25, 16-25); l’under 13 rimedia una sconfitta per 0-2 ad Acquaviva delle Fonti (25-16, 30-28) seppur lottando, soprattutto nel secondo set.