Arnesano, il Meetup locale fa una proposta all’amministrazione

48

“Premiare i comportamenti virtuosi dei cittadini”

logo arnesano 5 stelleARNESANO (LE) – “Chiediamo di prendere – dichiarano i componenti del meetup Arnesano Cinque Stelle -, seriamente, visione della proposta di legge “Verso un’Economia Circolare a Rifiuti Zero” a prima firma del portavoce al Consiglio Regionale M5S Antonio Trevisi e di creare un tavolo di studio con i cittadini ed esperti del settore per capire come si può migliorare la gestione del ciclo di rifiuti ad Arnesano in modo da stimolare una maggiore consapevolezza dei cittadini verso comportamenti virtuosi. Tale proposta è direttamente applicabile dalle amministrazioni comunali, in quanto possono contribuire alla riduzione dell’inquinamento, alla protezione della salute, alla creazione di posti di lavoro “verdi” e alla promozione della sostenibilità locale. Essa prevede l’attuazione di una TARIFFA PREMIANTE, ovvero anziché tassare l’indifferenziato, il che rischia di incentivare lo smaltimento illecito nelle campagne, la proposta parte da una tariffa pro capite alla quale vengono applicati degli sconti in base a due fattori: la quantità di raccolta differenziata prodotta e l’attuazione di misure di compostaggio domestico o di prossimità, secondo il concetto chi più inquina più paga, chi meno inquina meno paga .”
Questa mattina è stata protocollata dai componenti del meetup locale Arnesano Cinque Stelle una richiesta indirizzata al Sindaco Emanuele Solazzo e ai componenti della Giunta comunale che riguarda la gestione dei rifiuti in quanto il suo smaltimento è una delle problematiche, di maggiore attualità, che stanno affrontando i comuni pugliesi. “La gestione dei rifiuti – concludono – dovrebbe puntare sulla meritocrazia. Molti comuni virtuosi in tema di raccolta differenziata hanno applicato la TARIP che consente di pagare il servizio di raccolta rifiuti in base al volume della spazzatura indifferenziata prodotta. Tra le misure inserite del testo della proposta di legge, un’attenzione particolare è rivolta all’incentivazione delle pratiche di compostaggio di rifiuti organici effettuate sul luogo stesso di produzione, come l’autocompostaggio e il compostaggio di comunità, attraverso una riduzione pari ad almeno il 30% dell’importo variabile della tariffa delle utenze domestiche in base alla quale è corrisposta la Tassa sui Rifiuti”.