Ad Alberobello il 30 luglio l’High Tech Edition 2019

bluegrass fields

“Il ruolo emergente dell’agronomo in agricoltura di precisione con drone”

AVELLINO – La Puglia è tra le prime regioni di Italia a performare in Agricoltura di Precisione. Non a caso è proprio questo meraviglioso tratto di terrà che ospiterà il prossimo 30 luglio ad Alberobello la prima Edizione dell’High Tech Edition 2019 (dalle 9.30 alle 15.30 presso l’Hotel His Majesty).

Una giornata all’insegna di tecniche e metodologie innovative per il rilievo con focus su ambiti specifici da parte di Centri di Ricerca, Università, aziende e professionisti. Tra i comparti presi in considerazione: Topografia, Catasto, Agricoltura di Precisione, Ispezioni Termografiche, Gestione del Cantiere, Rappresentazione Modelli architettonici, Rilievo di incidenti stradali.

L’evento, che rientra nell’ambito dell’International Summer School for Photogrammetry, vede la presenza di attori provenienti dalla regione Puglia, Basilicata e zone limitrofe oltre ad accogliere studenti, professionisti e Università straniere grazie alla co-organizzazione con il COIFA.

Organizzata da Analist Group – azienda avellinese leader nel settore ICT che realizza software per l’edilizia e soluzioni all’avanguardia per rilievi topografici e architettonici – in collaborazione con l’Ing. Piero Grimaldi, la manifestazione vanta il patrocinio del Collegio dei Geometri di Bari, Potenza, Matera e dagli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Bari e Geologi di Bari, la giornata prevede un’agenda fitta di interventi a contenuto specialistico oltre alla presentazione di strumenti e tecnologie stato dell’arte nel comparto del rilievo. Un incontro dedicato alle innovazioni e alle best practice per aziende e professionisti che sono al passo con l’evoluzione tecnologica con la presentazione esclusiva di casi di studio, con la partecipazione straordinaria di Parrot.

Tra gli interventi specialistici di particolare interesse è quello del Dott. Agr. Nicola Giannico che rappresenta in pieno l’ascesa del professionista, che grazie alle nuove tecnologie ha visto nuove opportunità di business.

Da poco più di tre mesi Nicola lavora con un Drone Parrot Bluegrass, specifico per agricoltura di precisione e ci ha raccontato come l’introduzione di questa tecnologia corredata del software per l’elaborazione del dato abbiano radicalmente trasformato il suo approccio al business.

«Il drone agevola moltissimo l’attività dell’agronomo e consente di avere una visione di insieme del campo e non di settore. Non va a sostituire la professionalità ma è uno strumento di supporto in termini di velocizzazione e quindi immediatezza nelle procedure di acquisizione delle informazioni dalle colture. Il Drone, inoltre, consente al professionista di seguire più aziende contemporaneamente, di raggiungere grande visibilità e lavorare su progetti con grandi aziende agricole in termini di estensione delle coltivazioni. La soluzione Bluegrass Fields permette di acquisire ed elaborare circa 6 ettari in poco più di 5 minuti. Il modulo Agrosense incluso in Analist 2020 permette la consultazione delle mappe direttamente dallo smartphone, elemento questo indispensabile per l’ottimizzazione dei tempi di intervento in campo».

Nel corso della giornata studio (l’ingresso è gratuito e per i professionisti vale anche 3 Crediti Formativi Professionali) saranno, inoltre, presentati:
•Drone SenseFly eBee X RTK ad alte prestazioni
•Drone Parrot Anafi Thermal
•Drone Parrot Bluegrass – Agricoltura di Precisione
•Laser Scanner Leica BLK360
•Microscanner Leica BLK3D
•Soluzione Leica GPS e Drone
•Analist 2020 – Pix4Dmapper – Pix4Dfields.