Abaterusso: “Che fine ha fatto la delibera che riconosce il Sud quale seconda area interna di Puglia?”

“La giunta regionale mantenga le promesse”

ernesto abaterussoLECCE – “Era il 22 dicembre quando, in Consiglio regionale, l’allora Assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone mi chiese di ritirare l’emendamento che individuava il Sud Salento quale seconda Area Interna di Puglia garantendo, a nome del Presidente Emiliano, l’approvazione di tale richiesta nella prima riunione di Giunta utile“.
Così in una nota Ernesto Abaterusso, presidente Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP in Regione Puglia, che aggiunge: “Eppure ancora oggi, a distanza di ben nove mesi da quella solenne promessa e dopo l’incontro a Tricase tra il Presidente della Regione Puglia e gli amministratori interessati, nel corso del quale fu garantita l’immediata individuazione del Sud Salento come seconda Area Interna, il silenzio sulla delibera è assordante! E il rischio è quello di perdere una straordinaria opportunità per portare crescita e sviluppo all’intero territorio salentino.
Mi chiedo: cosa si aspetta ad approvare questo documento quando il Sud Salento è l’unico candidato, dei tre in corsa (gli altri due sono la Murgia e il Gargano), ad aver completato l’istruttoria nei tempi e con le modalità previste dal Comitato nazionale? Quelli assunti dalla Capone e da Emiliano erano impegni solenni resi in una sede istituzionale e vanno mantenuti. Ne va della loro credibilità.
Per questo ho scritto oggi al Presidente Emiliano, al Capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi e al neo assessore allo Sviluppo Economico Michele Mazzarano affinché mantengano gli impegni presi e procedano senza indugio alcuno all’approvazione della delibera che riconosce il Sud Salento seconda Area Interna di Puglia”.