Abaterusso: “Il centrosinistra perde in tutta Italia ma vince solo a Lecce”

55

Il rappresentante di Articolo 1 – MDP commenta i risultati dei ballottaggi

ernesto abaterussoLECCE – “Nella disfatta del Pd renziano che perde Genova, L’Aquila, Piacenza, Pistoia, La Spezia, Sesto San Giovanni, da sempre autentiche roccaforti del centrosinistra, e tante altre città finora in mano al Pd, spicca la vittoria di Carlo Salvemini a Lecce. Un vittoria storica che arriva a distanza di 22 anni dall’ultimo e unico trionfo con Stefano Salvemini. Una vittoria che premia il coraggio di chi ha scelto il cambiamento e bocciato la politica dell’inciucio e degli interessi personali portati avanti da chi si sentiva già vincitore, senza rendersi conto degli umori dei cittadini leccesi“.

Così in una nota Ernesto Abaterusso, presidente Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP in Regione Puglia, che aggiunge: “Una vittoria voluta, cercata, costruita e resa possibile anche grazie a un modello unitario di esperienze civiche e di coraggio riformista, unito ad un profilo di qualità, di responsabilità e di capacità di dialogo con la città da parte di Carlo Salvemini e grazie ad Alessandro Delli Noci che ha avuto il coraggio, in una realtà come Lecce, di schierarsi con il centrosinistra.
Di fronte alle continue sconfitte incassate dal PD in questi anni, Lecce rappresenta oggi un modello. L’esempio che dimostra come, quando il centrosinistra è unito ed è capace di intraprendere, non solo a parole ma anche con i fatti, lo spirito di innovazione e di cambiamento, con un serio progetto di governo e di amministrazione, i risultati conseguiti sono significativi.
Oggi questo risultato consegna al centrosinistra la responsabilità di amministrare bene, con capacità e competenza per dare ai leccesi le risposte che attendono.
Credo sia doveroso, infine, rendere onore a Fabrizio Marra, a Salvatore Piconese e a Sergio Signore per il lavoro svolto nella individuazione della candidatura di Carlo Salvemini.
Alcuni mesi fa di fronte ai tanti che si esercitavano in maniera monotona con il mantra delle primarie e che preconizzavano la sconfitta
Marra, Piconese e Signore, peraltro autore di un exploit senza precedenti frutto di un lavoro continuo e silenzioso al servizio della comunità, insieme a pochi altri, lavoravano in silenzio per trovare la soluzione più giusta. Che poi è risultata quella vincente.
Buon lavoro a Carlo Salvemini ed al centrosinistra leccese“.