A Bovino il Festival dei Monti Dauni celebra il musicista dauno, con seminari e saggi e il concerto finale di Carlo Barile “Bach in Jazz”

carlo barile

I dettagli

BOVINO (FG) – La XVI edizione del Festival dei Monti Dauni celebra a Bovino il 161° anniversario della nascita del musicista Florestano Rossomandi, nato proprio nel caratteristico borgo pugliese il 22 Agosto 1857.

Il Festival, quindi, resta a Bovino anche mercoledì 22 agosto per il ‘Rossomandi’s Birthday’: dieci giovani pianisti pugliesi under 18, selezionati tramite una “call” possono visitare Bovino, gustare ottimo cibo genuino e contestualmente svolgere un incontro seminariale.

Il borgo in pietra dei Monti Dauni, quindi, sarà animato dai tasti bianchi e neri, presso il Museo Diocesano, la Villa comunale e Piazza Duomo, dove si svolgerà il concerto finale del M° Carlo Maria Barile.

Dalle 11:30 alle 13, in Villa, concerto di apertura della pianista Cecilia Della Vista, già diplomata brillantemente presso il Conservatorio Giordano di Foggia ed esecuzione di due pianiste selezionate: Sara Pelosi e Alessia Miccolis, entrambe di Carapelle.

Presso la Sala Pio X, alle 15:30 si svolgerà invece il seminario del Maestro Carlo Maria Barile: le opere didattiche per tastiera di J. S. Bach (Suite inglesi, Suite francesi, Clavicembalo ben temperato).

Poi sarà la Corte del Castello ducale alle 18:00 ad ospitare la performance di quattro pianisti selezionati dalla call, studenti di pianoforte presso il Conservatorio di Foggia: Simone De Carlo e Luca Pagliarulo e poi Samuele Bolumetto e Carmine Padula, entrambi pianisti e compositori che, nel corso della loro esecuzione, interpreteranno brani di cui sono anche autori.

Infine in Piazza Duomo alle 21:30 concerto “Bach in Jazz” di Carlo Maria Barile, eccellenza pugliese, diplomato in organo e composizione organistica al Conservatorio di Bari, docente di pianoforte, già borsista presso il Berklee College of Music di Boston che, in qualità di organista classico e pianista jazz svolge un’intensa attività concertistica in Europa e negli Stati Uniti.

L’evento è promosso da Regione Puglia – Patto per la Puglia – FSC 2014-2020, attraverso la Rete DAMA, in collaborazione con il Comune di Bovino. Ingresso libero.