A Bari il premio nazionale “Città che legge 2018”

26

terminati-lavori-a-bari-vecchia

80mila euro per il progetto “Bari social Book” dell’assessorato al Welfare

BARI – Questa mattina a Napoli, nell’ambito della seconda convention nazionale “Libri e lettura per l’inclusione sociale” promossa dal Cepell – Centro per il libro e la lettura del Mibact in collaborazione con NapoliCittaLibro, l’assessora al Welfare ha ritirato per conto del Comune di Bari il premio “Città che legge 2018” per il progetto “Bari social book: luoghi sociali per leggere”. Si tratta del secondo riconoscimento ottenuto dal Cepell, dopo quello dello scorso anno.

Il premio, dell’importo di 80mila euro, consentirà di ampliare gli orari di apertura dei 14 spazi sociali allestiti presso diverse realtà pubbliche e private in tutta la città, di sostenere la nuova edizione del festival del libro sociale e di comunità e, infine, di dar vita alla prima biblioteca itinerante per mare a bordo di una barca di 13 metri confiscata ai trafficanti.

Bari Social Book coinvolge enti e istituzioni pubbliche e private, biblioteche, librerie, scuole, associazioni, soggetti non profit, strutture e servizi del welfare cittadino rivolti a minori e adulti, giovani e anziani, con l’obiettivo di costruire una città più solidale e attenta ai bisogni di tutte e tutti, rilanciando l’importanza della lettura come elemento di crescita personale e riscatto sociale, consapevolezza dei diritti di cittadinanza e promozione delle pari opportunità, leve per il cambiamento sociale e la crescita complessiva della comunità e del territorio.

Alla rete, promossa dall’assessorato al Welfare e dall’ufficio del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia, aderiscono oltre 80 realtà pubbliche e private. Bari Social Book intende implementare una politica organica di sostegno all’educazione alla lettura, favorendo la crescita del benessere individuale e di comunità, facilitando la partecipazione e il protagonismo delle categorie più fragili e vulnerabili, attivando e valorizzando presidi di lettura popolare allestiti in luoghi di cura, socialità e accoglienza già strutturati e organizzati, come pure in spazi informali di comunità quali piazze, giardini e strade dei quartieri, anche in forma itinerante.

Da maggio 2016 Bari Social Book conta:

· 100 adulti e adolescenti coinvolti nei percorsi formativi per la gestione degli spazi sociali per leggere

· più di 5000 libri donati da cittadini/e

· 10.000 cittadini adulti e bambini coinvolti nel corso delle manifestazioni organizzate

· 4 grandi eventi / progetti cittadini di animazione alla lettura

· 14 spazi sociali per leggere inaugurati in città

· 2 edizioni del Festival del Libro sociale e di comunità.