A Lecce Musica, parole e vizi capitali

Domenica 29 novembre, alle ore 18.30, a Palazzo Turrisi, secondo appuntamento per il ciclo “Tra musica e parole”, giunto alla quarta edizione

logo comune LecceLECCE – Dopo il grande successo della serata inaugurale, domenica 29 novembre, alle ore 18.30, a Palazzo Turrisi, secondo appuntamento con il ciclo “Tra musica e parole”, realizzato dall’Assessorato alla Cultura, Spettacoli ed Eventi del Comune di Lecce, dall’Associazione Nireo e dall’Associazione LecceLegge. Un ciclo di quattro serate ad ingresso gratuito di musica e lettura che si concluderanno l’8 dicembre, sempre dalle ore 18.30 alle 20. Alla rassegna collaborano altre associazioni ed istituzioni.
Duplice l’obiettivo della manifestazione: da un lato far conoscere e valorizzare il nuovo patrimonio immobiliare e ambientale recuperato dal Comune di Lecce e dall’altro valorizzare i giovani talenti musicali del territorio alternando alle loro performance le letture che chiunque, prenotandosi, vorrà fare di una poesia o di un testo letterario legato quest’anno ai quattro dei “Sette vizi capitali”.
I sette vizi capitali hanno infatti sempre trovato posto non solo nella filosofia e negli universi simbolici che hanno caratterizzato – e caratterizzano tutt’ora – l’immaginario occidentale, ma anche nell’epica, nella letteratura, nella musica e nell’arte, di cui sommi esempi sono le opere di Bosch, Caravaggio, Odazzi, Tiepolo e Chagall. Ed in musica come non ricordare il capolavoro dell’accoppiata Brecht-Weill del 1933 intitolato appunto “Die sieben Todsünden” (“I sette peccati mortali”).
Domenica 29 novembre suoni e letture saranno incentrate sul tema della Superbia con musiche di Mozart e Schubert affidate al Quartetto d’archi Florilegium, formato da Ivo e Danilo Mattioli (violini), Ennio Coluccia (viola) e Federico Musarò (violoncello).
Domenica 6 dicembre letture e suoni dai sull’Invidia con il duo composto da Paola Petrosillo, voce e chitarra, e Vito de Lorenzi alle percussioni.
Martedì 8 dicembre letture e suoni sulla Lussuria saranno di Improvvisart e del Coro lirico di Lecce.