Bari, “Mare senza plastica”: premiati i vincitori del concorso fotografico

La premiazione è avvenuta a Palazzo di Città

mare senza plastica il primo premioBARI – Si è svolta la scorsa mattina, a Palazzo di Città a Bari, alla presenza dell’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, la cerimonia di premiazione del concorso fotografico lanciato nell’ambito della campagna “Mare senza plastica”, promossa dall’associazione Ambiente Puglia di Bari nelle scuole Medie Carducci, ITS Romanazzi e liceo artistico De Nittis-Pascali.

Alla premiazione sono intervenuti il presidente di Ambiente Puglia Paolo Lepore, la vicepresidente Maurizia Calabrese e i soci dell’associazione.

Il progetto di sensibilizzazione, avviato nelle scuole la scorsa primavera con l’obiettivo di porre l’attenzione sui rischi legati all’inquinamento da micro plastiche nel Mar Mediterraneo, ha visto nei mesi scorsi diversi momenti formativi e attività di pulizia dei litorali cittadini.

Mario Santoro della scuola media Carducci, Aldo Petruzzelli del liceo De Nittis e Francesca De Benedictis del Romanazzi sono stati premiati con un tablet. A parere della giuria, infatti, attraverso i loro scatti i ragazzi sono riusciti ad interpretare al meglio il senso e gli obiettivi della campagna.

Quello che voi ragazzi avete realizzato in questi mesi è importante – ha detto l’assessore Petruzzelli – perché su temi delicati come la tutela dell’ambiente l’ostacolo più grande, al di là dei ruoli e delle regole, è fondamentale che i cittadini siano consapevoli di quanto ciascuno di noi può fare per l’ambiente e adottino comportamenti virtuosi, iniziando da una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. L’amministrazione ha appoggiato questo progetto perché riteniamo che, per sensibilizzare i cittadini, che qualunque manifestazione artistica, sia essa una mostra o un concorso, sia un ottimo strumento per raggiungere il cuore di ognuno di noi”.

L’assessore ha ricordato che la raccolta differenziata “porta a porta” a breve sarà estesa a tutti i quartieri della città, e ha poi lanciato la proposta, rivolta agli studenti delle scuole Romanazzi e De Nittis, di effettuare direttamente le attività di raccolta differenziata dei rifiuti raccolti all’interno dell’edificio scolastico, magari realizzando con le proprie mani i contenitori per la raccolta, così come è già stato fatto con successo nel liceo Flacco.

Con questa iniziativa – ha spiegato Maurizia Calabrese – Ambiente Puglia vuole scatenare nella coscienza collettiva un effetto domino, che coinvolga ragazzi, genitori, nonni. Per questo motivo proporremo la campagna con cadenza annuale, aumentando le attività magari aiutati da ulteriori sponsorizzazioni e con rinnovato sostegno da parte del Comune. Coinvolgeremo le giovani generazioni e allargheremo la platea a tutti i cittadini, con l’obiettivo di favorire una presa di coscienza collettiva sui cambiamenti climatici in corso, e di informarli sui danni procurati da comportamenti poco rispettosi dell’ambiente”.