Lecce, aggredisce due agenti della Polizia Locale: arrestato

aggressione polizia locale

Si tratta di un senegalese

LECCE – Finisce con le manette ai polsi e agli arresti ai domiciliari la mattinata di un senegalese che vendeva merce contraffatta nell’area mercatale di Via Bari.

Aggressione violenza resistenza e lesioni a pubblico ufficiale l’ipotesi di reato per le quali il PM di turno, la D.ssa Maria Vallefuoco ha disposto che l’uomo venga processato per direttissima nella mattinata di domani.
I fatti si sono svolti verso le 11,40 di oggi quando la pattuglia del nucleo di Polizia commerciale durante il consueto servizio di contrasto del commercio abusivo su area pubblica si è imbattuta in un gruppo di extracomunitari intenti a vendere merce presumibilmente contraffatta.

Alla vista degli agenti il gruppetto di sei o sette persone d i colore, tra le quali almeno una donna, si è dileguato velocemente e i venditori si sono allontanati con i bustoni di merce sulle spalle.
Solo uno ha cominciato ad inveire contro gli agenti pronunciando parole incomprensibili e agitando minacciosamente un braccio.

La minaccia si è fatta concreta quando gli agenti gli hanno chiesto i documenti e l’uomo ha sferrato un pugno colpendo uno dei due. Ne è seguita una colluttazione che, dopo alcuni minuti di concitazione, che si è conclusa con l’arresto dell’uomo.
Trasportato prima in Comando l’ambulante, di circa quarant’anni, residente a Lecce da nove, è stato denunciato e accompagnato in Questura per le procedure di fotosegnalazione.

La merce, in tutto 50 scarpe di varie e note griffes, è stata posta sotto sequestro.