Bari, aggiudicazione provvisoria del secondo stralcio del cantiere del Teatro Piccinni

Lo aveva anticipato l’assessore Galasso

logo BariBARI – Come anticipato dall’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso durante la conferenza stampa di presentazione delle giornate del FAI che interesseranno l’apertura straordinaria del cantiere del teatro Piccinni nelle giornate di 19 e 20 marzo, oggi sono stati aggiudicati provvisoriamente i lavori del secondo stralcio della ristrutturazione del teatro.

La gara è stata aggiudicata alla ATI ATHANOR Consorzio Stabile di Bari & Galante Restauri di Mola di Bari con il ribasso del 15,33%.

Nei prossimi giorni quindi si procederà alle verifiche documentali propedeutiche all’aggiudicazione definitiva, a cui seguirà, dopo il periodo di stand still, la firma del contratto e l’inizio dei lavori, previsto entro il prossimo mese di giugno.

Il tempo contrattuale di esecuzione dei lavori è di 400 giorni: la fine del cantiere è prevista entro dicembre 2017.

Nel 2018 i baresi potranno tornare nel Teatro Piccini per assistere a uno spettacolo – annuncia Galasso -. Con il completamento della ristrutturazione e del restauro anche del secondo stralcio avremo l’agibilità parziale del teatro. Questo significa che vi si potranno realizzare degli spettacoli, anche se in forma ridotta con accessibilità del pubblico rispetto all’utilizzo della platea (290 posti) e di 3 palchi (15 posti) del primo ordine, che saranno allestiti per ospitare soggetti affetti da disabilità, e degli ulteriori 9 palchi del primo ordine (45 posti) offerti come migliorie dall’impresa aggiudicataria. I lavori che abbiamo aggiudicato oggi ci permetteranno infatti di rendere accessibile e agibile anche il foyer (ingresso e vani adiacenti), il palcoscenico, i camerini e i servizi dedicati, tutti i sistemi di distribuzione (corridoi, scale, ascensori, ecc.), i servizi per il pubblico. Il teatro sarà completato interamente con il successivo terzo stralcio di cantiere che completerà gli altri palchi, la scenografica, le finiture, con la possibilità di prevedere fino a 775 posti”.

Stiamo procedendo speditamente secondo il calendario previsto dal finanziamento regionale – spiega il sindaco Decaro – che prevedeva la firma del contratto entro il mese di giugno, data in cui noi speriamo di riuscire ad avviare già i lavori. Il nostro obiettivo è quello di completare il restauro dell’intero Teatro entro la fine del mandato. Alla fine della legislatura vorremmo consegnare alla città due splendidi teatri, il Piccinni e il Margherita, completamente ristrutturati e fruibili, che possano essere parte di una programmazione culturale a 360 gradi con il Teatro Petruzzelli”.