Uva da tavola, Uila: “Soddisfatti per l’annata positiva”

11

pietro buongiorno

“Si riconosca il valore della qualità del lavoro, oltre che del prodotto riavviando le trattative per i Contratti Provinciali del Lavoro”

BARI – “Siamo soddisfatti che l’annata dell’uva da tavola si prospetti positiva. Dietro produzioni di qualità, c’è un lavoro di qualità fatto non solo di tanti sacrifici, ma anche di tanta professionalità. Una professionalità che deve essere valorizzata partendo dal rinnovo dei Contratti provinciali di lavoro degli operai agricoli e florovivaisti.

Così il Segretario Generale Uila di Bari Bat, Pietro Buongiorno commenta le dichiarazioni delle Organizzazioni di Produttori che parlano di una delle campagne più belle degli ultimi 20 anni. “I produttori ritengono, a giusta ragione, di trovarsi di fronte ad un prodotto eccellente per sapore, proprietà organolettiche e per bellezza del grappolo. Siamo felici che ci siano le condizioni per una stagione positiva per tutta la filiera. Come sindacato ci aspettiamo che il risvolto favorevole riguardi tutti i soggetti della filiera, in particolar modo attraverso la valorizzazione dei tanti lavoratori che anche durante il periodo di lockdown non si sono risparmiati continuando a svolgere con impegno e sacrificio il loro lavoro, contribuendo così alla buona riuscita delle produzioni. Chiediamo, quindi, alle organizzazioni datoriali di Confagricoltura, Coldiretti e Cia un atto di responsabilità e lungimiranza, affinché si riprendano le trattative per il rinnovo del Contratto Provinciale del Lavoro Agricolo.