“La Traviata, Maria Callas il mito”: il 26 novembre a San Severo

8

Al Teatro “Verdi”  il Balletto del Sud di Fredy Franzutti porta in scena lo spettacolo dedicato al mito di Maria Callas e a Iannis Xenakis

SAN SEVERO – E’ dedicato al mito di Maria Callas e a Iannis Xenakis nei 100 anni dalla nascita il prossimo appuntamento della stagione concertistica degli “Amici della Musica” di San Severo, giunta alla 53.ma edizione. L’Associazione presieduta dalla prof.ssa Gabriella Orlando ospita, sabato 26 novembre 2022, presso il Teatro “Verdi” di San Severo, sipario alle ore 20.30 (porta ore 20), Il Balletto del Sud con lo spettacolo La Traviata, Maria Callas il mito, con le coreografie di Fredy Franzutti su musiche di Giuseppe Verdi e Yannis Xenakis. Scene di Francesco Palma.
Maria Callas, la voce leggendaria del melodramma, morì nel suo appartamento parigino, al 36 di Avenue George Mandel, il 16 settembre 1977, per cause non ancora stabilite tra voci di suicidio, drastico dimagrimento e insonnia cronica, che l’aveva costretta ad assumere dosi sempre più massicce di psicofarmaci. Lo spettacolo procede immaginando che, negli ultimi drammatici momenti della sua vita, la Divina sovrappone, in un incubo, la sua vita a quella del personaggio di Violetta Valery, protagonista de La Traviata, uno dei ruoli che più ha evidenziato il successo popolare della grande artista. Entrambe destinate a morire abbandonate, malate, sofferenti e sole in un appartamento di Parigi con l’unica compagnia della cameriera.
Per esaltare il momento angosciante, il coreografo affianca alla musiche di Giuseppe Verdi quelle del compositore greco della grande avanguardia Yannis Xenakis (coevo di Callas). Le sue dissonanti architetture sonore, dedicate alla tragedia classica, concorrono a creare le atmosfere drammatiche prodotte dalle allucinazioni, illusioni e deliri di Callas.
In questo incubo il soprano non solo soffre per l’abbandono dell’armatore Aristotele Onassis ma rivive anche altri drammatici momenti come l’ispezione dei nazisti nella sua casa di Atene, l’aborto a cui fu indotta da Onassis dopo il ripetuto e crudele rifiuto di sposarla, e altri momenti della vita che le scorre davanti agli occhi. I costumi dello spettacolo sono ricostruiti grazie a preziose immagini fotografiche, sia della Callas nei ruoli che l’hanno resa celebre, che della sua vita privata fuori dalle scene.
L’evento è patrocinato dal Ministero della Cultura, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale, con la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura e AIAM (Associazione Italiana Attività Musicali).

Biglietti in vendita al Botteghino del Teatro giovedì 24 e venerdì 25 novembre ore 10:30 – 12:00 / ore 18:00 – 19:30. Platea € 20, posto palchi centrali € 15, posto palchi laterali € 10, IV ordine € 5.

Il Balletto del Sud è il più importante organismo di produzione di danza del sud Italia. La compagnia, con sede a Lecce, è stata fondata ed è diretta dal 1995 dal coreografo italiano Fredy Franzutti coreografo italiano di agile eclettismo, fra i più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero, ospite anche di diverse realtà di prestigio internazionale. Riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali dal 1999, l’organico stabile è composto da 25 elementi – provenienti da tutto il mondo – in grado di alternarsi nei ruoli principali. La compagnia oggi possiede un vasto e vario repertorio di 44 opere che spaziano dai progetti di ricostruzione filologica, alle rivisitazioni creative dei classici, alle produzioni create da Franzutti. A queste si aggiungono nuovi spettacoli, di concezione moderna, tratti da fonti letterarie o creati come narrazioni commemorative e spesso realizzati con arti integrate: teatro, musica e danza. Le molteplici tournée, in Italia e all’estero, annoverano importanti teatri e festival per un totale di circa 100 spettacoli ogni anno. L’impegno si realizza, sul territorio d’appartenenza, attraverso progetti con cadenza annuale come: La scuola a Teatro, Itinerario Danza e Le Stagioni di Danza, dal 2000 è anche centro di formazione ad avviamento professionale. L’attività si arricchisce di collaborazioni con orchestre, compositori, musicisti e direttori, scenografi costumisti, attori, conduttori e personaggi dello spettacolo che hanno contribuito al successo riconosciuto dalla critica e dal pubblico.

Per informazioni: 329.1286673 – 348.6628775
Cdp Service per Amici della Musica