Trani, presentato il progetto dell’orto sociale a villa Guastamacchia

86

Presentazione avvenuta dopo pochi mesi dalla riapertura di villa Guastamacchia

logo comune di TraniTRANI – Solo dopo pochi mesi dalla riapertura di villa Guastamacchia (centro polivalente per anziani ubicato nel quartiere Stadio) gestita dall’Auser di Trani è già tempo di presentazione di progettualità ed inaugurazioni di attività culturali e di socializzazione.

Nei giorni scorsi è stato presento il progetto di orto sociale da realizzare nel terreno del centro: 21 aree da 30 metri quadrati ciascuna a disposizione dei fruitori del centro. L’orto sociale prevederà attività collettive di giardinaggio, orticoltura e frutticoltura, promuovendo così pratiche rispettose dell’ambiente e soprattutto la creazione ed il consolidamento di legami sociali. L’orto sociale non esaurisce il suo obiettivo “sul campo” ma diventerà strumento di divulgazione ed informazione ad uno stile di vita più sostenibile.

Il centro polivalente però non è pensato solo per anziani ma anche per bambini e famiglie.

Presto saranno costruite grazie ad una raccolta fondi tra cittadini e privati, due campi da bocce e delle giostrine per bambini. Così come un Bibliopoint per favorire l’accesso gratuito ai libri e creare punti di incontro tra generazioni.

È stato anche inaugurato lo sportello del cittadino organizzato dal Comitato di Quartiere dove si potrà accedere per segnalare problematiche di quartiere da porgere all’amministrazione comunale.

Il programma delle attività è stato supervisionato e co-progettato dal Comune di Trani e realizzato dall’Auser di Trani in cooperazione con numerose altre realtà del terzo settore: Croce rossa italiana, Il colore degli anni, Xiao Yan, Il delfino blu, Auser giovani, associazione Bee-Bibliocar,Caf Cgil.