Trani, cantieri di cittadinanza: si parte

53

Il sindaco incontra in Comune i beneficiari

logo comune di TraniTRANI – Lunedì 30 maggio partiranno i cantieri di cittadinanza dell’Ambito territoriale di Trani-Bisceglie per un primo gruppo di 13 persone (dodici di Trani, una di Bisceglie). I beneficiari sono stati individuati a seguito di istruttoria tramite piattaforma regionale. Due i cantieri al via, di natura pubblica, uno per il Comune di Bisceglie (“Custode del bene comune”) ed uno per il Comune di Trani (“Trani città da far vivere”).

I sindaci delle due città, Amedeo Bottaro e Francesco Spina, hanno incontrato, nei rispettivi Comuni, i soggetti che saranno coinvolti nelle attività a partire da lunedì. A Trani, in sala Azzurra, Amedeo Bottaro, insieme agli assessori Felice Di Lernia e Michele Di Gregorio, ha rimarcato il valore sociale del patto sottoscritto con i beneficiari. I cantieri di cittadinanza nascono proprio per promuovere politiche integrate di inclusione che mettono al centro la dignità delle persone.

La procedura di abbinamento dei beneficiari ai cantieri di cittadinanza aveva subito un rallentamento a causa della formalizzata rinuncia di due soggetti privati, titolari di altrettanti cantieri, inseriti nella piattaforma regionale. L’Amministrazione comunale di Trani, con prontezza ed in sinergia con la Regione Puglia, ha provveduto ad inserire nella piattaforma un cantiere di natura pubblica che ha permesso di dare avvio alle attività pianificate all’interno della progettazione. Si tratta di attività che faciliteranno la fruizione del territorio.

A seguire, circa altre 8 persone saranno coinvolte in ulteriori cantieri nell’Ambito di Trani.