Taranto, “Tari 2020”: in esame PA sospensione per i lavoratori ILVA

35

TARANTO – Il sindaco Rinaldo Melucci ha confermato, alle sigle dei metalmeccanici, la volontà di sospendere il pagamento delle ultime rate della Tari 2020 ai lavoratori in cassa a zero ore, e residenti a Taranto, di Ilva in Amministrazione Straordinaria.

L’incontro tenuto ieri pomeriggio a Palazzo di Città con i rappresentanti locali del sindacato, al quale hanno partecipato anche il direttore generale del Comune Ciro Imperio e il sindaco di Statte Franco Andrioli, segue l’interlocuzione avuta la settimana scorsa durante il sit in dei lavoratori, a valle del quale l’azione del primo cittadino consentì anche di ottenere dai commissari di Governo l’anticipazione dell’attesa integrazione salariale.

«Da prime verifiche sommarie – le parole di Melucci – abbiamo appurato la possibilità di operare questa sospensione. Con il bilancio approvato potremo ragionare anche sulla Tari 2021, ma dovremo aspettare fine marzo. A quella data ci riaggiorneremo con le sigle sindacali, intanto cercheremo di coinvolgere anche gli altri comuni di residenza dei lavoratori, per questo al tavolo era presente il sindaco Andrioli che ha già mostrato la sua disponibilità».

I sindacati hanno ora preso l’impegno di comunicare agli uffici comunali l’entità della platea di potenziali beneficiari, al fine di calibrare l’applicazione della misura.