Stagioni Agimus Mola di Bari, il jazz del Pasquale Stafano Trio con i brani del disco Sparks sostenuto da Puglia Sounds

2

pasquale stafano trio - sparks

MOLA DI BARI (BA) – Con il jazz di Pasquale Stafano, tra i grandi talenti della scena pugliese, domenica 16 gennaio (ore 19.30) si apre la programmazione invernale dell’Agìmus di Mola di Bari al Teatro Van Westerhout, dove il pianista e compositore foggiano presenta con Giorgio Vendola al contrabbasso e Saverio Gerardi alla batteria il suo più recente progetto discografico, «Sparks», pubblicato dalla prestigiosa Enja Records, l’etichetta tedesca di Matthias Winckelmann che ha appena festeggiato cinquant’anni di attività.

Il progetto, realizzato con il sostegno di Puglia Sounds, è il settimo lavoro discografico da leader di Stafano (il terzo con Enja) e si presenta come una riflessione sulla vita, celebrata in otto brani, tutti composti e arrangiati dal pianista pugliese per il suo trio, cui si aggiungono suoni ed effetti elettronici in alcuni brani. In questo album di grande impatto comunicativo, straordinario dal punto di vista tecnico ma soprattutto espressivo ed emozionale, la metafora della vita diventa momento di riflessione per descrivere e raccontare, in modo lucido e trasognato al tempo stesso, come davanti a un quadro d’autore, le molteplici esperienze emozionali, le memorie rapprese, i ritagli di viaggi reali ed immaginifici. Tutto ritorna a risplendere tra coinvolgenti sonorità equiparabili a «scintille», che s’accendono e regalano il gusto del tempo, immerso in scoppiettanti emozioni, in un viaggio dalla frenesia del quotidiano alla profondità dei paesaggi dell’anima.

Registrato a gennaio 2021 a Cavalicco, in provincia di Udine, negli Artesuono Recording Studios con il pluripremiato sound engineer dell’etichetta Ecm, Stefano Amerio, «Sparks» si distingue per la grande energia e al contempo per l’elegante lirismo, per le melodie suggestive quanto passionali, riflesso del pensiero artistico di Stafano, che passa dal jazz contemporaneo alla melodia mediterranea, confermandosi compositore, arrangiatore e interprete raffinato ed espressivo con il suo stile particolare, capace di declinare perfettamente le varie coniugazioni del jazz, spingendosi anche oltre.