Salento Smart Session: una rete per avvicinare i giovani alla politiva

43

Al via oggi il progetto che prevede workshop interattivi tra giovani cittadini e amministratori locali, sondaggi, analisi dei territori ed eventi. Appuntamento alle ore 17 all’Open Space di Palazzo Carafa

presentazione salento smart sessionLECCE – Tre comuni salentini fanno rete per avvicinare i giovani alla politica. Si chiama “Salento Smart Sessions (S3)” il progetto promosso da SEYF (South Europe Youth Forum), cofinanziato dal programma Erasmus Plus e realizzato nei Comuni di Lecce, Andrano e San Cesario di Lecce.
Salento Smart Session è un progetto pilota confinanziato nell’ambito del Programma Europeo Erasmus Plus (azione Chiave 3) che si pone l’obiettivo di stimolare un dialogo più efficiente tra giovani e politica, per costruire comunità più inclusive, smart e a misura di tutti i cittadini.
Tre comuni salentini (Lecce, Andrano e San Cesario di Lecce), un’associazione internazionale (Seyf), 90 giovani e la Lega Coop: sono questi i numeri da cui parte il progetto. L’idea nasce dalla necessità non solo di riavvicinare i giovani alla politica, ma anche la politica ai giovani, attraverso workshop interattivi tra giovani cittadini e amministratori locali, sondaggi, analisi dei territori, eventi di intrattenimento e piattaforme innovative per migliorare i servizi pubblici per i cittadini.
Nello specifico, durante il progetto, si realizzeranno una fase di preparazione, in cui si cercherà di catturare l’attenzione dei giovani locali e di aiutarli a capire le dinamiche di partecipazione alla politica locale; una fase di implementazione, in cui giovani e amministratori locali si confronteranno per progettare assieme il proprio territorio e una fase di follow up in cui si costruiranno piattaforme web per migliorare i servizi di comunicazione tra i tre comuni.
Il progetto punta ad avere un forte impatto sulle tre comunità: attraverso il confronto e la co-progettazione si contribuirà, infatti, alla creazione sia di una comunità di giovani più responsabile, consapevole e attiva, e, di contro, alla costruzione di una comunità politica più attenta alle necessità dei ragazzi.

Si parte con il primo incontro previsto per martedì 19 aprile, alle ore 17, nella sala polifunzionale Open Space di Palazzo Carafa, in piazza Sant’Oronzo.

Il progetto è stato presentato oggi a Palazzo Carafa.
E’ oramai da tre anni – ricorda l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido – che collaboriamo con questa associazione per realizzare interessanti iniziative. Questo progetto ha una grande valenza perché prova ad andare al cuore del problema per cercare di avvicinare i giovani alla politica e alle istituzioni. Noi siamo per la soluzione concreta dei problemi che riguardano la comunità”.
Vogliamo porci come cerniera tra chi prende le decisioni e il mondo giovanile – afferma Vincenzo Lotito, presidente dell’associazione Seyf – per questo abbiamo fissato tre incontri preparatori al fine di comprendere quali siano i meccanismi che ostacolano la partecipazione dei ragazzi. Abbiamo pensato anche ad una piattaforma smartphone per dialogare direttamente con l’Amministrazione e ad un sito web. “I comuni che hanno aderito si sono dimostrati coraggiosi perché hanno scelto di mettersi in gioco e ricostruire un filo che sembrava rotto, tra giovani e politica, in un momento storico in cui tutto deve partire dal basso: stabilire un dialogo strutturato tra giovani e decisori politici è l’obiettivo del nostro progetto”.
Ben vengano questi progetti grazie ai quali le Amministrazioni possono fare rete e progettare assieme”, ha aggiunto l’assessore di Andrano Sandro Accogli.
Ringrazio il Comune di Lecce – sottolinea il sindaco di San Cesario Andrea Romano – perché rispetto al passato ora c’è una maggiore sensibilità nei confronti dei piccoli comuni. Questo è un progetto bellissimo che consente di far dialogare le giovani generazioni e i decisori politici per il bene della comunità”.