Rigenerazione lungomare di Frigole e Acquatina: la Regione premia i progetti del Comune di Lecce

110

lecce - descrizione intervento

I dettagli

LECCE – Due importanti progetti di riqualificazione del litorale sono stati ammessi dalla Regione Puglia a finanziamento, con accesso alla fase negoziale. Si tratta di progetti presentati dal Comune di Lecce – assessorato alle Politiche Urbanistiche nell’ambito degli avvisi pubblici sugli “Interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale”, a valere sull’Asse VI Azione – sub azione 6.6.a del Por Puglia 2014-2020. Opportunità di finanziamento che il Comune di Lecce ha colto muovendosi all’interno della propria Strategia integrata per lo sviluppo urbano sostenibile, che sulla costa si è nutrita del percorso di partecipazione “Lecce è il suo mare”.

Entrambi gli interventi per i quali il Comune è stato ammesso a procedura negoziale insistono su Frigole.

Il Comune di Lecce si è classificato al primo posto su 39 istanze di candidatura per il progetto TraMareTerra – Rete Ecologica di Frigole. Un progetto realizzato in partenariato istituzionale con il Consorzio di Bonifica Ugento Li Foggi che porterà nelle casse dell’Ente 1.299.525,49 euro. Fondi che saranno impiegati per la messa in rete dei canali e la riqualificazione dei passaggi della bonifica, per valorizzarne la ricchezza storica e naturalistica.

Finanziato anche il progetto TraMareTerra – Paesaggi costieri che dopo la fase negoziale poterà all’Ente risorse per 1.294.615,20 euro. Un progetto che è stato condiviso con l’Università del Salento attraverso un protocollo d’intesa: un partenariato che segna il primo risultato della collaborazione virtuosa tra i due enti per lo sviluppo e la riqualificazione del bacino di Acquatina.

Paesaggi costieri punta a rendere l’Acquatina un vero e proprio parco nel quale conviveranno tutela dell’ambiente, attività di ricerca e attività sportive acquatiche. Una parte delle risorse saranno impiegate per l’animazione e gestione dei luoghi. Prevista anche la piantumazione di ginepri, il ripristino di percorsi pedonali, il ripascimento dunale, la creazione di due aree a parcheggio (una da 120 posti auto, l’altra da 84), un percorso galleggiante, e la riqualificazione di aree a vocazione didattica e sportiva. Il lungomare A. Mori di Frigole cambierà volto. È infatti previsto dal progetto l’aumento delle superfici piantumate per la creazione di spazi verdi continui, la riqualificazione di spazi degradati, la riduzione delle superfici impermeabili, la riqualificazione di 8000metri quadri di lungomare, la demolizione di 1600 mq di edifici detrattori che oggi impediscono la vista del mare, la rinaturalizzazione di 3000 metri quadri di cordoni dunali. Un lungomare-parco che comprenderà anche percorsi pedonali e un belvedere affacciato sul paesaggio costiero.

Non è stato per il momento ammesso alla procedura negoziale il progetto “Infrastrutture verdi”, al quale l’amministrazione si propone di trovare copertura in futuro.

Il team di progettazione delle proposte presentate dal Comune di Lecce, con progettista capogruppo l’arch. Fabiano Spano, è composto dagli architetti Ester Annunziata, Caterina Stasi, Valentina Marta Rubrichi, Arturo Imperato, Mirko Nicolardi, Cristina Petrachi, Francesco Saverio Matarazzi, Laura Mazzei, Alessandra Biasco, dal biologo Giuseppe Alfonso, da. Giuseppe Scandone, Chiara De Rinaldis, Federico Pareri e Alessia Di Seclì.

Siamo felici di questo bellissimo risultato, 2 progetti su 3 potranno entrare nella fase negoziale attuativa – dichiara l’assessore alla Pianificazione Urbanistica e alle Marine Rita Miglietta – Per la prima volta Frigole avrà un progetto di riqualificazione paesaggistica del lungomare, un progetto di rilancio ambientale del bacino di Acquatina in Accordo con l’Università ed un progetto di valorizzazione della rete dei canali della bonifica. Abbiamo portato avanti il nostro programma di rigenerazione delle marine leccesi, oggi la perseveranza ci premia. Scommettere sulle marine leccesi tenerle dentro l’agenda di governo è un nostro preciso impegno. Ringrazio gli uffici, lo straordinario team di professionisti, l’Università, il Consorzio di Bonifica e tutti i cittadini che hanno preso parte al progetto di partecipazione fornendo il loro fondamentale punto di vista. Ora entriamo nella fase negoziale per garantire fattibilità ai due progetti e la valorizzazione di Frigole”.