Bari e la voglia di riscatto, oggi in campo a Rieti

34

bari calcio new

Oggi pomeriggio la trasferta per i biancorossi. Mister Cornacchini: “Servirà essere determinati“. Diretta dalle 15 ecco dove

BARI – Oggi pomeriggio, domenica 8 settembre alle ore 15 Bari in campo a Rieti per il Campionato di Serie C. Una gara all’insegna del riscatto con due squadre a caccia di punti. Ricordiamo che si potrà seguire il match gratuitamente con la webcronaca in tempo reale su Calciomagazine. In alternativa in streaming sulla piattaforma Sport Eleven a pagamento (abbonamento o acquisto singola partita).

SEGUI LA DIRETTA DELLA PARTITA

Il tecnico dei biancorossi, Giovanni Cornacchini è intervenuto cosi alla vigilia del match:

«Questo è un gruppo sano, che durante la settimana lavora in maniera impeccabile; c’è grande voglia di riscatto, ma occorrerà pazienza. Il Rieti è squadra temibile, di categoria; viene da due sconfitte consecutive, a mio avviso anche immeritate e decise da degli episodi. Non sono stati fortunati, quindi hanno voglia di riscatto, d’altronde come noi. Servirà essere determinati, avere cattiveria e capacità di aggredire nel modo giusto, senza mai perdere l’equilibrio, è fondamentale. Io sono carico e allo stesso tempo sereno, è una sfida importante. 

Credo che non siamo ancora pronti a giocare in una certa maniera; abbiamo studiato e provato soluzioni che possono garantire il giusto equilibrio e la squadra in settimana ha lavorato bene, come fa dall’inizio del ritiro, e i dati raccolti ci danno garanzia anche sulla qualità del lavoro svolto. Ora dobbiamo riportare in campo quanto provato in settimana, ma con serenità, senza eccessive preoccupazioni perché il potenziale e le qualità di questa squadra non sono in discussione. Il campionato è lungo, pieno di insidie, complicato; gli episodi possono fare la differenza e la voglia di ottenere il risultato deve avere la meglio. Qui non si gioca di fioretto, si combatte. E noi dobbiamo farlo, essere tosti e arrivare prima sulla palla».

La parola d’ordine in casa Bari quindi è una sola: serenità. «Che non vuol dire esser mosci, anzi – specifica il tecnico di Fano -. Voglio trascinare i ragazzi nella mia idea di calcio, con la consapevolezza che non esiste una scienza esatta. Sia da calciatore, sia da allenatore ho incontrato giocatori che in settimana si allenavano male e la domenica in campo ti risolvevano la partita, così come ho incontrato ragazzi che si allenavano perfettamente in settimana e la domenica in campo non c’erano. Il mio lavoro è dare tranquillità ai ragazzi».

Poi un punto sui due nuovi arrivati, Bianco e Awua, che sono già a disposizione del mister: «Sono entrambi pronti a giocare dall’inizio. Bianco è un giocatore con grandissima personalità e in una piazza come questa è una caratteristica che serve molto. Awua mi sembra sia un giocatore dal dinamismo impressionante; lo sto conoscendo in questi giorni: ha gamba, forza, velocità, un buon piede. Ci servirà».