Rfi, Barletta: dall’1 agosto operativo il nuovo ascensore

barletta

Sarà aperto tutti i giorni, dalle 6.00 alle 22.00

BARLETTA – Da giovedì 1 agosto sarà operativo il nuovo ascensore sul secondo marciapiede della stazione di Barletta. Sarà aperto al pubblico tutti i giorni, dalle 6.00 alle 22.00.

Circa 2.000.000 di euro l’investimento che Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha destinato all’abbattimento delle barriere architettoniche nella stazione di Barletta per il biennio 2018 -2019.

Una prima fase di interventi si è conclusa nel 2018 con la realizzazione di marciapiedi alti 55 cm – lo standard previsto a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani – per facilitare l’accesso ai treni, percorsi tattili per ipovedenti e una nuova illuminazione a led.

Inoltre, la stazione di Barletta da anni rientra nel circuito nazionale Rete Blu che offre gratuitamente assistenza in stazione e accompagnamento al treno alle persone a ridotta mobilità. Per prenotare il servizio si può inviare una email, telefonare al numero verde gratuito 800.90.60.60 (raggiungibile da telefono fisso) o al numero nazionale a tariffazione ordinaria 02.32.32.32 (raggiungibile da telefono fisso e mobile), oppure utilizzare l’applicazione web Sala Blu on line e la nuova APP Sala Blu +.

Si attendeva da tempo che l’ascensore entrasse in funzione – ha detto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito – motivo per cui, accogliendo le legittime doglianze dei cittadini, diverse volte abbiamo sollecitato i responsabili regionali di RFI affinché tale essenziale strumento per le persone con disabilità o che hanno problemi di mobilità entrasse al più presto in funzione e ci era stato garantito che entro la fine di luglio tutte le operazioni necessarie perché accadesse sarebbero terminate. Così è stato, dal primo agosto l’ascensore sarà operativo e ne siamo ben lieti”. “Il mio invito, ora, è di avere rispetto dell’importanza che questo ascensore avrà per tante persone – ha concluso il primo cittadino – per cui mi auguro che a nessuno venga in mente di danneggiarlo o vandalizzarlo, anche perché incorrerebbe certamente nelle dovute conseguenze essendo l’area video sorvegliata”.