Raccolta plastica in mare, adesione del comune di Barletta

 

Il percorso è avviato da Ager e Regione Puglia

BARLETTA – Si è svolto questa mattina, preso la Lega navale di Barletta, un incontro sulla raccolta della plastica in mare da parte dei pescatori. Promosso dall’Amministrazione comunale, dal sindaco Cosimo Cannito e dall’assessore all’Ambiente Ruggiero Passero, ha coinvolto anche la capitaneria di Porto di Barletta, Bar.s.a., era presente l’amministratore Michele Cianci, l’Ager, Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti, gli operatori del settore, pescatori, ormeggiatori e vongolari. Fra i presenti anche il consigliere regionale Filippo Caracciolo.

L’incontro è stato l’occasione sia per presentare il progetto sia per raccogliere, cosa che è avvenuta, la disponibilità dei soggetti coinvolti a essere parti integranti del medesimo progetto.

Esso consiste nel dare la possibilità ai pescatori di recuperare in mare rifiuti, portarli a terra dove interverrebbe la Bar.s.a. per la selezione e avviare il riciclo, a patto di assimilare quei rifiuti a rifiuti urbani.

Si tratta di una sfida ambiziosa – hanno detto il sindaco Cannito e l’assessore Passero – e la regione Puglia, attraverso l’Ager, può consentirne la realizzazione, individuando per esempio misure a sostegno dei pescatori, incentivandoli e raggiungendo in questo modo vantaggi molteplici”.

Grandaliano ha sottolineato come questo sia un argomento di grande attualità, aggiungendo che il percorso è già avviato con un protocollo d’intesa fra regione Puglia, Ager e Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica. L’obiettivo è coinvolgere comuni sensibili ad avviare la sperimentazione, come ha deciso di fare il comune di Molfetta.

L’amministrazione comunale di Barletta ha ufficializzato la sua disponibilità e, a fine marzo, ha annunciato Grandaliano, si prevede di partire mentre, lunedì prossimo, tale progetto sarà portato all’attenzione dell’Autorità Portuale del Levante.