Ospedali del Salento. Trevisi (M5S): “Importanti risultati dai sopralluoghi che sto effettuando per la sanità della provincia di Lecce”

111

antonio trevisi

Ecco le sue dichiarazioni

LECCE – Il consigliere del M5S Antonio Trevisi ha incontrato il direttore generale della Asl di Lecce Rodolfo Rollo e il direttore sanitario Roberto Carlà per segnalargli le problematiche riscontrate durante i sopralluoghi che sta effettuando nei presidi ospedalieri del Salento.

I sopralluoghi e le mie interrogazioni – dichiara il pentastellato – si stanno rivelando molto utili e incisivi. Per quanto riguarda il Pronto Soccorso del Vito Fazzi, il direttore si è impegnato ad intervenire per le questioni che ho evidenziato alcuni giorni fa. All’interno del nosocomio saranno presto attivati i posti letto per le lungodegenze in modo da garantire un numero maggiore di posti letto liberando quelli dei reparti per le urgenze. Inoltre, sarà attivato un servizio guardia medica h12 che gestirà gli interventi in codice bianco e verde per smaltire il sovraffollamento e le lunghe attese del pronto soccorso. Allo stesso tempo si sta pensando a come attivare un servizio dei facilitatori di attesa, psicologi che in passato hanno contribuito in un progetto sperimentale a smaltire le attese ed evitare incidenti. Novità anche per il presidio ospedaliero di Galatina, dove il punto nascita sarà sempre più sicuro. Sono presenti già sette cardiologi e per questo ospedale si andrà sempre più nella direzione di un polo di specialità mediche e riabilitative. Rimarrà invariato il week surgery che sta ottenendo risultati positivi e saranno attivati anche qui posti letto per i lungodegenti. L’equipe sanitaria di gastroenterologia resterà a Galatina, il reparto diventerà unità semplice, quindi saranno eliminati i posti letto. Personalmente mi impegnerò per potenziare l’attività ambulatoriale su cui sto già lavorando su un progetto per valorizzare le competenze presenti. Su Casarano a mio parere – dichiara Trevisi – si dovrebbe puntare a creare un polo sul modello degli Ospedali Riuniti con un’unica direzione e due strutture ospedaliere su due città diverse. Abbiamo più volte sottolineato che bisognerebbe pensare a potenziare i presidi esistenti in un progetto che veda Gallipoli e Casarano come un unico ospedale di primo livello, con due strutture territoriali e specializzazioni differenti, in modo da poter dare agli utenti un’offerta sanitaria completa. Da quanto ci ha comunicato Rollo, tutti i servizi delle Neuroscienze rimarranno a Casarano, realizzando in questa struttura, come da mia richiesta, una stroke unit di primo livello con 4 posti letto, al contempo sarà potenziata a Lecce la stroke unit di primo e secondo livello arrivando a 12 posti dagli 8 attuali. Il distretto sanitario di Casarano avrà la quarta torre, antisismica, che ospiterà tutti i reparti con posti letto, mentre la seconda sarà destinata agli ambulatori. Considerando che all’interno degli attuali parcheggi sarà realizzato anche il distretto sanitario, ritengo necessario convocare una riunione con i progettisti per individuare le nuove aree parcheggio che potrebbero essere anche sotterranee o su un terreno adiacente le nuove strutture. Infine, per quanto riguarda lo stato del presidio ospedaliero di Maglie, si pensa a un trasferimento del personale a Poggiardo in attesa della realizzazione del nuovo ospedale. Siamo soddisfatti delle risposte avute dal direttore generale della Asl di Lecce Rodolfo Rollo – conclude Trevisi – ci aspettiamo che i tempi per realizzare quanto promesso non siano eccessivamente lunghi e naturalmente continueremo a vigilare affinchè le promesse siano mantenute per una sanità al servizio dei cittadini”.