Oscar Farinetti al Teatro Orfeo di Taranto con BCC San Marzano

0

oscar farinetti

Venerdì 5 ritornano in presenza gli incontri con l’autore organizzati dall’istituto di credito pugliese, in collaborazione con il Festival del Libro Possibile e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Taranto

TARANTO – San Marzano di San Giuseppe, 1/11/2021 – Ritornano in presenza gli incontri con l’autore organizzati dalla BCC San Marzano in collaborazione con il Festival del Libro Possibile e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune.

Si parte in grande stile il 5 novembre con la presentazione dell’ultimo libro di Oscar Farinetti “NeverQuiet”, edito da Rizzoli, presso lo storico Teatro Orfeo di Taranto – in Via Pitagora 80. Introduce il presidente della BCC San Marzano Emanuele di Palma, modera la direttrice artistica del Libro Possibile Rosella Santoro.

Il guru di Eataly, l’impero delle eccellenze dell’agro alimentare italiano nel mondo con oltre 8.600 dipendenti e punti vendita in più di 10 nazioni, ripercorre alcuni momenti delle sue straordinarie tappe imprenditoriali a conferma delle doti di visione di un capitano d’industria che ha rischiato in proprio cercando sempre un equilibrio virtuoso tra qualità, costi d’esercizio, ricavi e ritorno d’immagine. Una ricetta vincente che ne fa uno degli italiani più ascoltati a livello mondiale nel campo del buon cibo Made in Italy. Dai primi anni a fianco del padre fino alla sua rocambolesca esperienza da leader, ci mostra cosa significa per lui “fare impresa” con coraggio e quali sono i valori essenziali del buon “mercante”, ma anche cosa vuol dire scontrarsi con la burocrazia e come scegliere buoni compagni di viaggio. La storia di Farinetti dimostra infatti, attraverso il suo accanimento lucido e irriverente, quanto sia importante la squadra con cui si sceglie di lavorare.

La rassegna prosegue sabato 27 novembre con Myrta Merlino per la presentazione della sua ultima opera letteraria sulle tematiche legate alla parità di genere“Donne che sfidano la tempesta” edita da Solferino.