Omaggio a Demetrio Stratos alle Officine Culturali Ergot di Lecce per Holm Festival

1

demetrio stratos

LECCE – Presentazioni, disegno dal vero, workshop, proiezioni, conferenze, approfondimenti, mostre: a Lecce prosegue il ricco programma della seconda edizione del festival “Holm! Editoria e disegno”, un progetto di Officine Culturali Ergot, finanziato dal programma straordinario 2020 in materia di cultura e spettacolo della Regione Puglia, realizzato in collaborazione con Coolclub, Cluster 8, Museo dell’alto Tavoliere, Lecce Film Fest, Terra del fuoco mediterranea con il patrocinio del Comune di Lecce. Venerdì 19 novembre (ore 21 – ingresso 10 euro – prevendite su EventBrite) le Ergot ospiteranno un Omaggio a Demetrio Stratos. Frank Bramato (voce), Luigi Botrugno (piano-sinth) e Gianluca Milanese (flauti) propongono una serata dedicata al compianto cantante di Ribelli e Area, scomparso nel 1979. Sperimentatore, innovatore, artista eclettico, ha portato lo studio della voce fuori dai canoni classici del pop, dell’operetta o del bel canto. Per comprendere a fondo il lavoro di Stratos è necessario iniziare a pensare alla voce come uno strumento in grado di assumere forme infinite. Lo scopo di questo omaggio è proprio quello di seguire la strada indicata da questo grande artista, immergendosi totalmente nel suono, nei suoni, nelle vocalità, attraverso delle esibizioni che non saranno mai uguali. Non una forma di intrattenimento quindi, ma un percorso interiore che coinvolge mente e corpo. La sperimentazione come forma di resistenza in un mondo che è condannato alla totale omologazione. Ad accompagnare i suoni ci saranno le proiezioni di diapositive di arte informale create sul momento dell’artista Massimo Pasca.

Holm! Editoria e disegno si articolerà in quattro sezioni (books, exibition, video, lab), sarà itinerante, dinamico e multidisciplinare per ottenere una contaminazione tra le arti visive. Questa seconda edizione avrà una particolare attenzione verso la narrazione illustrata degli eventi, dalla storia al giornalismo, dalla poesia alla letteratura classica. Holm è il termine inglese utilizzato per tradurre la parola leccio, albero simbolo del capoluogo salentino, ma allo stesso tempo una parola che ricorda le onomatopee inserite nei fumetti per renderli più dinamici. Fino al 5 dicembre Alle Ergot è ancora allestita la mostra con le illustrazioni che Marco Cazzato ha realizzato per la nuova edizione de “I Sepolcri” di Ugo Foscolo, appena uscita nella collana “Cultura” de Il Saggiatore. Cluster 8 Fineart Printmaking Tattoosupply, partner del festival, in via Birago 8 ospiterà invece gli appuntamenti di Disegno dal vero con cadenza quindicinale. A “La Base”, sede di Terra del fuoco Mediterranea, si svolgeranno gli appuntamenti tra storia e illustrazioni mentre a dicembre saranno in mostra i partecipanti al contest “HOLM! disegna il 2021”, “I grandi maestri della grafica del ‘900” con un percorso per nazioni sull’evoluzione della grafica del 1900. Info e programma completo su holmfestival.com