Noci alla BIT 2020

30

sindaci costa dei trulli

Una grande occasione di visibilità per il Comune di Noci

NOCI (BA) – Grande occasione di visibilità per il territorio del Comune di Noci alla 40^ BIT – Borsa Internazionale del Turismo, storica manifestazione organizzata da Fiera Milano che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo, svoltasi dal 9 al 11 febbraio.

Noci vi ha partecipato nell’ambito del progetto “Costa dei Trulli”, a cui ha recentemente aderito proprio allo scopo di promuovere in rete i nostri attrattori e le principali manifestazioni culturali, artistiche ed enogastronomiche. Al progetto, promosso dai Comuni di Monopoli e Fasano, oltre Noci aderiscono i Comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Conversano e Polignano a Mare. L’idea di fondo è quella di promuovere un territorio unico in cui la domanda turistica cresce di anno in anno in modo costante. Infatti, grazie alla vincente politica regionale di promozione turistica del brand Puglia in Italia e nel mondo, sempre più numerosi sono i visitatori che scelgono in Puglia la Costa dei Trulli, che attrae grazie ad un’offerta turistica straordinariamente ricca: il mare, le masserie, la piana degli ulivi secolari, i trulli e i muretti a secco patrimonio dell’umanità, i centri storici autentici ed eleganti, i castelli e le abbazie, i musei e i luoghi d’arte, le grotte, l’archeologia messapica e romana di Egnazia, la civiltà rupestre, l’enogastronomia, il folklore, etc. Si tratta quindi di uno straordinario strumento attraverso il quale valorizzare un comprensorio dalle molteplici risorse. Una sfida importante, che con la massima apertura e forte voglia di coinvolgimento guarda alla destagionalizzazione dell’offerta.

Dell’offerta dei Comuni aderenti si è parlato lunedì 10 febbraio, durante una Conferenza Stampa svoltasi presso lo stand della Regione Puglia, alla presenza dei Sindaci, dell’Assessore regionale all’Industria turistica e culturale Loredana Capone e del Direttore del Dipartimento regionale Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio Aldo Patruno.

«Abbiamo voluto aderire al progetto con l’ambizione di offrire il nostro contributo alla diversificazione dell’offerta turistica del nostro territorio – ha dichiarato in conferenza stampa il Sindaco Domenico Nisi. – Lo scorso anno sono state registrate importanti presenze sulla costa. Nell’entroterra, nel territorio della Murgia dei Trulli, abbiamo l’opportunità di valorizzare al meglio quella che definiamo “civiltà della pietra”, dato anche che i muretti a secco sono stati identificati dall’UNESCO quale patrimonio dell’umanità. E lo facciamo offrendo, da maggio a ottobre, la possibilità di effettuare interessantissimi tour alla scoperta degli antichi cammini e masserie storiche. Altro elemento architettonico che ci caratterista sono, nel nostro centro storico, le gnostre, claustri, spazi schiusi su tre lati con accesso sulla pubblica via, dove si svolgeva la vita pubblica di chi ci abitava. Partendo da questo presupposto, stiamo facendo in modo che le gnostre diventino l’elemento caratterizzante, di rilancio di ogni iniziativa culturale. Il nostro è anche un territorio votato alla zootecnia: considerate che abbiamo la più alta produzione di latte in Puglia, su un territorio esteso più di 150 kmq. Per questo abbiamo puntato molto sulla valorizzazione dell’enogastronomia». Non si poteva quindi non citare Bacco nelle Gnostre, uno degli eventi più importanti e attesi della Puglia a livello enogastronomico. «Sono decine di migliaia le persone che in tre giorni arrivano a Noci per degustare i vini delle migliori cantine di Puglia, serviti dal personale esperto dell’AIS Puglia. Credo che si tratti di un evento che, visto il periodo dell’anno, va perfettamente incontro all’idea di destagionalizzazione che qui si promuove e contribuisce certamente all’offerta turistica del nostro territorio» ha aggiunto il Sindaco Nisi. Concludendo: «Infine stiamo valorizzando alcuni siti storici, come quello di Barsento, importante sito archeologico ma anche nucleo fondante della nostra identità cittadina e speriamo, anche con l’aiuto della Regione Puglia, di poter dare a questo attrattore rinnovata luce».

«Tornare dopo anni ad una fiera del turismo è solo il primo passo verso una visione armonizzata e coordinata dell’offerta turistica. Abbiamo intrapreso questo percorso con Costa dei Trulli, condividendo sia un programma di eventi culturali che l’obiettivo comune di offrire un’esperienza che coinvolga tutto il nostro territorio, facendo rete tra Comuni limitrofi. Nella conferenza di lunedì alla Bit è emerso come l’attenzione e la curiosità verso il nostro territorio è davvero straordinaria». Questo il commento a margine del Consigliere Comunale delegato al Turismo, Giuseppe Curci, anche lui presente in fiera per rappresentare il Comune di Noci.

Nel cartellone condiviso nell’ambito del progetto “Costa dei Trulli”, la Giornata nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio promossa dall’AIS Associazione Italiana Sommelier; i percorsi a piedi o in bici alla scoperta del territorio organizzati da Puglia Trek&Food da maggio a ottobre; la rassegna cinematografica InTransit organizzata da Daido, Loco52 e Puglié ed concorso per cortometraggi promosso da Nocicinema noto come Tagliacorto tra luglio e agosto; il festival dei micro-birrifici e della cultura brassicola Birra G’Nostra a cura della birreria Attenti al Luppolo a luglio; la rassegna di concerti Parole e Musica. I grandi nomi di ieri, di oggi e di domani a cura del Comune di Noci sempre tra luglio e agosto; il Radici Glocal Music Fest organizzato ad agosto da Cristiani Music Srl; a ottobre la Sagra del Fungo organizzata dalla Compagnia del Fungo; a novembre la già citata sagra Bacco nelle Gnostre a cura dell’associazione Acuto e del Parco Letterario Formiche di Puglia; a dicembre Gustosamente Natale, manifestazione promossa da Confartigianato Noci in collaborazione con AIS Puglia.