Museo Archeologico Nazionale di Taranto: ecco gli eventi dal 25 al 27 marzo

4

“Dantedì”, “Mysterium Festival” e le matinée domenicali di “MArTA in MUSICA”: il prossimo fine settimana al MArTA sarà all’insegna di arte, musica, teatro e archeologia

TARANTO – Dal “DanteDì” di venerdì 25 marzo, ai percorsi guidati, accompagnati da incursioni teatrali e musicali, dei “Riti e Miti al MArTA” che inaugureranno sabato 26 marzo, il nutrito programma del museo di Taranto all’interno del “Mysterium Festival”, fino al quinto appuntamento con le matinée domenicali di “MArTA in MUSICA” di domenica 27 marzo.

“Il MArTA è un luogo di produzione culturale– dice la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Eva Degl’Innocenti – che co-progetta con numerose istituzioni culturali, tra cui le eccellenze del territorio. Un lavoro collettivo sulle arti: il MArTA è infatti un museion, un tempio delle Muse”.

Si inizia dunque venerdì 25 marzo con l’omaggio a Dante Alighieri realizzato dal MArTA in collaborazione con la Cooperativa Teatrale CREST, la delegazione tarantina “Adolfo Mele” dell’Associazione Italiana di Cultura Classica (AICC) , la sezione tarantina dell’Associazione Dante Alighieri e l’Associazione “Amici dei Musei di Taranto”.

Il sommo poeta, per l’occasione e nella giornata che ne commemora i 701 anni dalla morte, parlerà tarantino.

La Divina Commedia nella traduzione artistica del poeta e scrittore Claudio De Cuia, diventa, infatti “A Cummedie de Dande”, interpretata venerdì 25 marzo alle ore 12.00 nella sala “Incontri” del Museo (accesso da C.so Umberto 41), dall’attore tarantino Giovanni Guarino.

Crediamo fermamente che portare nella lingua del popolo una pietra miliare della letteratura italiana sia una operazione di democrazia culturale che deve appartere alla mission pedagogica di ogni istituzione pubblica – spiega la direttrice Eva Degl’Innocenti.

Per assistere allo spettacolo gratuito “A Cummedie de Dande” è necessario prenotare il proprio posto su www.shopmuseomarta.it.

Sabato 26 marzo il MArTA, invece, apre le sue sale alla grande rassegna attorno al Riti della Settimana Santa Tarantina del “Mysterium Festival”, organizzato da “Corti di Taras”, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Taranto e l’Orchestra della Magna Grecia, con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Puglia e del Comune di Taranto.

“Riti e Miti al MArTA” è infatti un calendario di visite guidate, curate dall’archeologa Silvia De Vitis, che attraverso tre percorsi e diverse incursioni musicali e teatrali accompagnerà il visitatore lungo le esposizioni del museo connesse alla morte e alla Resurrezione.

Si comincia il 26 marzo alle ore 11.30 con “Morte, metamorfosi e resurrezione”, dedicata ai miti e all’alternanza tra la vita e la morte collegata ad esempio al culto di Persefone, di Apollo Iakinthos o dei Dioscuri. La visita sarà allietata dall’intervento musicale dell’arpista Maria Grazia Annesi.

Gli altri due percorsi “I capolavori della collezione Ricciardi” con approfondimenti sui dipinti della pinacoteca del museo, costituita da opere donate da Mons. Giuseppe Ricciardi, vescovo di Nardò, e che contestualizzano il clima della riforma e della controriforma cattolica nell’iconografia religiosa e “Il culto dei defunti e nascita della città cristiana” con un focus sui reperti custoditi nelle Sale 22 e 25 del MArTA sulla nascita della città cristiana e medievale, potranno contare sull’intermezzo teatrale di Daniela Delle Grottaglie e della nota attrice teatrale e cinematografica Anna Ferruzzo.

L’accesso alle visite guidate (l’elenco completo in locandina) e agli spettacoli è incluso nel costo del biglietto di ingresso al museo. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria e si può realizzare attraverso il servizio di e-ticketing www.shopmuseomarta.it

Domenica 27 marzo alle 11.45 nella Sala Multimediale del Museo tornano anche le matinée domenicali di “MArTA in MUSICA” con l’esibizione di L.A. Chorus diretto dal maestro Luigi Leo, in “LUX”.

La rassegna, realizzata dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto e dall’Orchestra ICO della Magna Grecia, propone un viaggio verso la luce.

In qualunque cultura e tempo è sempre stata la luce l’elemento simbolo del divino e della nostra stessa esistenza. Un principio che domenica al MArTA si trasformerà in una singolare silloge di brani della più antica arte polifonica sacra del Cinquecento e del Seicento italiano.

Il biglietto per assistere a “LUX ” di domenica 27 marzo alle ore 11.45 nell’ambito di “MArTA in MUSICA. Le matinée domenicali” potrà essere acquistato nella sede dell’Orchestra della Magna Grecia (a Taranto, in Via Ciro Giovinazzi n° 28) e su www.eventbrite.it

Ingresso consentito dalle ore 11.15

Inizio ore 11.45

Il costo del biglietto è di euro 8,00.

Info e prenotazioni: Lunedi-sabato ore 10.00-13.00/17.00-20.00

Orchestra della Magna Grecia

Front Office: Via Giovinazzi n. 28 a Taranto

Sito web orchestramagnagrecia.it

Tel. + 39 392 91 999 35

All’ingresso del MArTA il giorno del concerto sarà consegnato ad ogni possessore del biglietto del concerto un coupon della validità di una settimana (dalla domenica del concerto evento al sabato successivo) che darà diritto ad un ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Il coupon ha validità dalla domenica del singolo evento concerto fino al sabato successivo e deve essere utilizzato tassativamente entro lo stesso periodo per la prenotazione e per l’ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto inserendo il codice coupon sulla piattaforma e-ticketing del Museo Archeologico Nazionale di Taranto: https://www.shopmuseomarta.it L’ingresso al Museo del possessore del coupon è condizionato in ogni caso al numero di posti disponibili nella fascia oraria selezionata.