Mini crociere, presentato a Bari il progetto Themis

presentazione themis

I dettagli

BARLETTA – E’ stato presentato questa mattina, presso la sala conferenze dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, a Bari, il progetto Themis, relativo alla realizzazione di strutture leggere per l’accoglienza dei croceristi nei porti di Barletta, Monopoli e Manfredonia.

All’incontro hanno partecipato, oltre al presidente dell’Autorità Ugo Patroni Griffi, il sindaco di Barletta Cosimo Cannito e il vice sindaco Marcello Lanotte, la commissaria del comune di Manfredonia Francesca Anna Maria Crea e per il comune di Monopoli Stefano Lacatena, consigliere comunale delegato all’Urbanistica. Fra i presenti anche il senatore Dario Damiani.

Il progetto è finalizzato a sostenere lo sviluppo e le attività dei porti minori, a indirizzare il traffico marittimo, in particolare crocieristico, verso territori ancora poco sfruttati turisticamente e a rafforzare le connessioni con i porti principali. Fra gli obiettivi vi è anche quello di potenziare il trasporto marittimo e la connettività transfrontaliera, sostenendo lo sviluppo e le attività dei porti minori inglobandoli nelle rotte cross-border e regionali e intercettando il traffico passeggeri, in particolare delle piccole crociere e dei maxi yacht.

I porti coinvolti sono quelli di Manfredonia – Gargano; Barletta –Murgia settentrionale; Bari – area metropolitana; Monopoli – Murgia meridionale; Brindisi –Salento Settentrionale; Gallipoli –Salento Meridionale; Corfù – Isola di Corfù; Gaios – Isola di Paxos.

Dotare i porti di infrastrutture leggere destinate all’accoglienza dei crocieristi e sviluppare questi traffici migliorerà i collegamenti tra il turismo interno e quello marittimo; amplierà l’offerta turistica con il collegamento fra porti e territori; creerà nuovi itinerari turistici e porrà le basi per la creazione di nuove imprese di trasporto e di servizi portuali e turistici.

Le strutture previste nei porti di Manfredonia, Barletta e Monopoli saranno costituite da un modulo nel quale si svolgerà attività di Infopoint, accoglienza per le operazioni di imbarco e sbarco, controlli di sicurezza. Avrà una dimensione di 15 metri per 13 e sarà alto 4 metri, con una superficie utile di 133 metri quadrati. Consterà di una hall di 80 metri quadri, due uffici da 10 metri quadri, area per i controlli di 15 metri quadri.

Per quanto riguarda il porto di Barletta la struttura sarà posizionata sul molo di Ponente. Il crono programma prevede che il progetto, attualmente nella fase esecutiva, a dicembre prossimo sia validato, vada in gara e che entro l’estate le strutture siano realizzate.

La destagionalizzazione delle crociere favorirà questo nostro progetto – ha detto Patroni Griffi – visto che c’è un mercato interessante, e mi riferisco ai turisti asiatici, che amano poco le stagioni calde e sono alla ricerca di nuovi itinerari e territori da scoprire”.

Tali previsioni lasciano sperare a importanti e preziose opportunità di crescita non solo per la città di Barletta – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – ma per il territorio, perché creeranno opportunità di lavoro e interscambi economici e culturali. Siamo molto lieti del fatto che il porto di Barletta sia parte integrante di questo progetto e per questo ringrazio l’Autorità di Sistema e il presidente Ugo Patroni Griffi”.