Mediobanca a Bari – Emilio Franco di Mediobanca SGR parla di finanza alternativa per le PMI al convegno di AMU Investments

118

emilio franco (mediobanca sgr)

I dettagli

BARI – Stamattina, presso la Fiera del Levante di Bari, si è tenuto il convegno “La finanza alternativa per le PMI, un motore del Paese e della Puglia”, organizzato da A.M.U. Investments SIM in collaborazione con Borsa Italiana. L’appuntamento è stato un’occasione di discussione e approfondimento dei temi legati alla competitività delle piccole e medie imprese pugliesi e, in particolare, agli strumenti finanziari che possono dare impulso alla loro crescita. Tra questi spiccano i minibond, le obbligazioni emesse da un’azienda indipendentemente dalle proprie dimensioni e senza obbligo di intermediazione bancaria. Uno strumento che può supportare le PMI italiane nella raccolta dei fondi necessari per nuovi investimenti.

Tra i relatori anche Emilio Franco, CEO di Mediobanca SGR, che ha dichiarato: “Le piccole e medie imprese rappresentano le fondamenta su cui si basa l’economia italiana. Sono aziende che, nonostante le dimensioni limitate, riescono ad essere storicamente molto competitive e flessibili. Ma c’è un potenziale inespresso che queste imprese possono liberare se supportate da investimenti che mirano ad una crescita sul medio-lungo periodo. E per raccogliere le risorse necessarie, il credito bancario o l’autofinanziamento non sempre possono bastare. Servono, quindi, strumenti finanziari alternativi. Su tutti” – ha aggiunto Emilio Franco “il minibond può essere la soluzione ideale per tante PMI italiane al fine di diversificare le proprie fonti di finanziamento, ottenere una maggiore visibilità sia verso i clienti che verso i fornitori e, soprattutto, attrarre nuovi investitori. Uno strumento particolarmente utile per le aziende che vogliono crescere attuando un piano d’investimento di ampio respiro che punti, ad esempio, sull’attività di ricerca e sviluppo e sulla conquista di nuovi mercati, fattori fondamentali per un successo imprenditoriale sostenibile e duraturo.”

Cosa sono i minibond?

I minibond sono obbligazioni, ovvero titoli di credito, emessi da un’azienda in cambio di un prestito. Prevedono il riconoscimento di un tasso d’interesse attraverso cedole semestrali o annuali e, esattamente come le obbligazioni, hanno una data di scadenza. I minibond differiscono dalle obbligazioni classiche in quanto possono essere emessi senza obbligo di intermediazione bancaria (gli istituti di credito fungono da advisor al fine di rendere il più sicuro possibile il procedimento).

In altre parole, anche le piccole e medie imprese, siano esse delle spa o delle srl, possono emetterli. A sottoscriverli possono essere investitori istituzionali e i soggetti qualificati, mentre i privati li possono sottoscriverli soltanto sul mercato secondario (Extra Mot Pro) ma non al momento dell’emissione. I minibond offrono vantaggi sia all’azienda che li emette (costo dell’indebitamento più basso, possibilità di farsi assegnare un rating, diversificazione delle fonti di finanziamento) sia a chi li sottoscrive (tra tutti, i rendimenti più alti, accompagnati da un rischio tuttavia più elevato).