Maglie, Massimo Giordano in scena con “La guerra di Rocco”

7

Oggi alla  Corte de’ Miracoli lo spettacolo che racconta in modo comico il dramma del primo conflitto mondiale

MAGLIE (LE) – Della guerra si può ridere, anche se amaramente. Ridere, di tutte le guerre in corso: Afghanistan, Yemen, Palestina, Nigeria, Birmania, Siria, Etiopia, Ucraina. Sono tutte uguali: tragiche, terribili, orrende, eRocco, ragazzo salentino con un forte ritardo psichico ma grande senso dell’ironia, lo sa. Così, quando viene arruolato nelle file dell’esercito italiano nel 1915, è inizialmente felice di quest’occasione di “redenzione” sociale, ma poi, pian piano, si accorge dell’insensatezza del conflitto e prende coscienza del fatto che la guerra è sempre sbagliata, sempre crudele, sempre da evitare. “La guerra di Rocco” racconta insomma in modo comico il dramma del primo conflitto mondiale: il tutto visto e raccontato dagli occhi e dal cuore di un’anima semplice come Rocco, che nella purezza dei suoi limiti riesce a comprendere come nessun altro la vera natura di ciò che accade attorno a lui.

“La guerra di Rocco” di Giovanni Delle Donne e Massimo Giordano è lo spettacolo in programma oggi, venerdì 22 aprile, 2022, alle 20.45 a Maglie (Lecce), presso Corte de’ Miracoli (via Sante Cezza 5/7).Diretto e interpretato dallo stesso Giordano, costumi di Meghy Costumes d’Epoque (Mesagne), lo spettacolo ha un unico slogan: “Alla guerra se parte tisi e se torna stisi”, ovvero – per i non autoctoni – “Alla guerra si parte in piedi e si torna stesi”. Un monologo in cui vengono utilizzati due linguaggi. Il primo, fondamentale, è quello della lingua salentina – comprensibile da tutti gli spettatori – capace di raccontare storie importanti e di farlo poeticamente, dandosi un valore letterario in grado di racchiudere, nei propri termini e significati, grandi universi di senso.

Ticket d’ingresso 10 euro, per informazioni e prenotazioni 391.3119716.