Lecce, rimborsi Imu: arrivano i primi 8 milioni e mezzo

56

Dopo il via libera del Consiglio di Stato il Comune di Lecce ha incassato la prima tgranche delle risorse inserite nella Legge di Stabilità

logo comune LecceLECCE – A partire dalla giornata odierna sono entrate nella disponibilità del Comune di Lecce le risorse previste nella Legge di Stabilità 2017 che dà corso alla sentenza del Consiglio di Stato n. 1291 del 12 marzo 2015.
Si tratta di 8 milioni 519.858 euro trasferiti dal Ministero delle Finanze a titolo di rimborso Imu per i tagli decisi dal governo nazionale derivanti dalla differenza tra gli incassi Imu 2012 e gli introiti Ici 2010, tagli che la stessa Consulta ha definito “illegittimi” e “iniqui”.

Un meccanismo perequativo alquanto perverso che ha finito per penalizzare comuni che partivano da una pressione fiscale più bassa, come quello di Lecce che aveva deciso di applicare una tassazioe Ici tra le più leggere d’Italia per venire incontro ai propri cittadini. Una vera e propria beffa per l’Amministrazione Comunale che si oppose al provvedimento intraprendendo una lunga battaglia giudiziaria che ha avuto un esito positivo.

Le risorse incassate oggi dal Comune di Lecce rappresentano solo una parte di quelle previste nella Legge di Stabilità 2017. Altri 2 milioni 800mila euro verranno rimborsati dasl govenro nazionale entro il 2018 per un tolare ch si aggira attorno agli 11 milioni 300mila euro.

Soddisfatto il sindaco di Lecce, Paolo Perrone: “Siamo felici che nella disponibiità del Comune sia giunta la prima tranche delle risorse relative al rimborso Imu. E’ una vittoria significativa per l’Amministrazione che sin dal primo momento ha giudicato il provvedimento del governo nazionale iniquo e illegittimo, valutazioni confermate dalla sentenza della Consulta. Grazie a queste nuove risorse potremo ora garantire maggiori e migliori servizi ai nostri concittadini. E’ la dimostrazione che le nostre battaglie – spesso purtroppo condotte in solitaria, senza cioé l’apporto significativo delle forze di opposizione – sono state fatte per difendere Lecce e i leccesi”.