Lecce, gli assistenti civici volontari al servizio della città: approvato il regolamento comunale

sergio signore

I dettagli

LECCE – Licenziato all’unanimità delle commissioni congiunte Statuto e Traffico, è stato approvato oggi in Consiglio Comunale il regolamento che istituisce e disciplina gli “assistenti civici”. Il panorama del volontariato cittadino si arricchisce così di una nuova figura al servizio della comunità, un collaboratore della Polizia Locale che mette a disposizione parte del proprio tempo e le proprie capacità per svolgere compiti di utilità sociale.

Gli assistenti civici lavoreranno esclusivamente in collaborazione con la Polizia Locale e sotto la diretta responsabilità del Comando, presso cui sarà conservato un registro nominativo di coloro che avranno ricevuto la nomina da parte del Sindaco. Grazie agli assistenti civici l’Amministrazione si propone di incrementare una presenza attiva e consapevole sul territorio, aggiuntiva a quella ordinariamente garantita dalla Polizia Locale, con il fine di realizzare attività di educazione sulla sicurezza stradale, di promozione della mobilità sostenibile, ma anche con lo scopo fornire informazioni ai cittadini, di rafforzare il senso civico e le azioni di prevenzione dei comportamenti che minano la civile convivenza, di promuovere l’educazione al rispetto della legalità.

Si tratta di una opportunità per tutti i cittadini che intendono collaborare sentendosi impegnati per una città più sicura, più decorosa e per uno spazio pubblico che li veda protagonisti – dichiara l’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Sergio Signore – Con questo regolamento vogliamo affermare il concetto che prendersi cura della città è compito di tutti i cittadini, in particolare coloro che sono impegnati nel tessuto associativo e sono animati dalla buona volontà di rendersi utili agli altri. A Lecce sono in tanti e siamo certi che questa opportunità li vedrà protagonisti”.

Agli assistenti civici sarà richiesta una particolare attitudine alla mediazione dei conflitti e la capacità di favorire il dialogo tra le persone, l’integrazione e l’inclusione sociale. L’attività sarà regolata da apposita convenzione stipulata tra il Comando di Polizia Locale e l’Associazione di appartenenza, le associazioni di Volontariato, di cui alla L. n. 266/1991, e le Associazioni di Protezione Civile, iscritte nell’Elenco regionale aggiornato.

Agli assistenti civici sarà affidato l’importantissimo compito di fare da tramite tra i cittadini e la Polizia locale e attraverso la Polizia Locale tutta l’Amministrazione Comunale. La loro presenza sarà prevista dinanzi agli istituti scolastici nelle ore di entrata/uscita per fornire assistenza agli scolari e, ove necessario, accompagnarli nei percorsi ciclo/pedonali sicuri tra casa e scuola, compiti perlopiù finora lodevolmente svolti dai “Vigili Nonni”.

Dalla loro attività di vigilanza e presidio del territorio, inteso anche come aree verdi, parchi, giardini pubblici, edifici scolastici, e, soprattutto, dall’ascolto dei cittadini potranno scaturire segnalazioni alla Polizia Locale di situazioni di degrado urbano o di minaccia della sicurezza urbana, ma anche segnalazioni relative agli interventi necessari alla cura dello spazio urbano, di cui si faranno promotori sorvegliando sul corretto utilizzo delle attrezzature pubbliche.

Importante sarà anche la collaborazione prestata in occasione di manifestazioni pubbliche ed eventi, come gare sportive, fiere, sagre, spettacoli vari, iniziative culturali, soprattutto nelle zone e nei momenti di affollamento per fornire informazioni e suggerimenti alla cittadinanza ed operare per migliorare la percezione di sicurezza e coadiuvare l’attività degli operatori di polizia locale, nei pressi delle aree soggette a tutela ambientale o soggette a misure di restrizione del traffico privato o della sua velocità per promuovere la pedonalità, la ciclabilità e la sicurezza stradale.

A breve Il Comando di Polizia Locale predisporrà un avviso pubblico al fine di individuare le Associazioni presenti sul territorio disponibili a svolgere il servizio di Assistente Civico mediante i loro iscritti.