Lecce, Gioventù Nazionale e Azione Studentesca insieme per la tradizionale “Operazione Zaino Solidale”

17

gaetani - carbone

LECCE – Giunge alla terza edizione l’iniziativa di Gioventù Nazionale e Azione Studentesca Lecce “Operazione Zaino Solidale”. A seguito di una raccolta a cui hanno contribuito numerosi privati cittadini su tutto il territorio provinciale e le cartolibrerie “Nevia” di Lecce e “Pamar” di Tuglie, è stata effettuata nei giorni scorsi la consegna di materiale didattico e prodotti di cancelleria presso la casa famiglia “TAM” e la Caritas di Lecce, Campi Salentina e Taurisano. Il materiale sarà distribuito agli studenti in difficoltà.

Sono numerose le famiglie che ogni anno faticano a sostenere le spese scolastiche per i propri figli, in particolar modo in questo periodo, a causa dell’aggravarsi della situazione economica.” – dichiara Andrea Gaetani, presidente provinciale di Azione Studentesca- “È di poche settimane fa la notizia di un insolito furto a Taurisano perpetrato da un uomo che si è impossessato di tre zaini e alcuni pennarelli. Probabilmente un padre di famiglia bisognoso di attrezzatura scolastica per i propri figli. In questo contesto difficile per la nostra Provincia e il nostro Paese abbiamo voluto dare un contributo, un aiuto concreto“.

Quella di quest’anno è stata l’edizione meglio riuscita, dell’iniziativa “Operazione Zaino Solidale” – aggiunge Donato Carbone, presidente provinciale di Gioventù Nazionale – sono state innumerevoli infatti, le donazioni arrivateci. Volevamo dare un contributo sostanziale a tante famiglie in difficoltà, soprattutto in questo periodo di emergenza, e tutto ciò è stato possibile grazie ai tanti privati e agli esercizi commerciali che, con entusiasmo, hanno risposto al nostro appello. Grazie ai ragazzi di Azione Studentesca Lecce, sempre attenti alle problematiche che riguardano i giovani e le loro famiglie. Di fronte a una politica sempre più lontana dalle istanze reali dei cittadini, che delude e umilia, noi vogliamo provare, nel nostro piccolo, a fare la differenza. Possiamo dire che l’ “operazione” è ben riuscita!“.