Lecce, garante dei detenuti: riaperti i termini per le candidature

67

logo comune Lecce

I dettagli

LECCE – È stato pubblicato all’Albo pretorio del Comune di Lecce l’avviso pubblico di riapertura termini di scadenza per la presentazione delle candidature per la nomina del “Garante dei diritti delle persone private della libertà personale”.

La nuova data di scadenza è fissata al 14 febbraio 2018 (ore 12.00). Le domande dovranno pervenire, con le modalità previste nell’avviso:
a.. con posta certificata all’indirizzo: protocollo@pec.comune.lecce.it;
b.. direttamente mediante consegna a mano presso l’ufficio Protocollo del Comune di Lecce, via Rubichi – Lecce, negli orari di apertura al pubblico, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00; martedì dalle 15.00 alle 17.00;
c.. a mezzo del servizio postale con raccomandata a/r all’indirizzo “Comune di Lecce – Settore Affari generali ed istituzionali – Contenzioso, gare e appalti – Via Rubichi – 73100 Lecce”

Il modulo per candidarsi è scaricabile dal sito internet del Comune. Il Garante resta in carica cinque anni e svolge la sua funzione gratuitamente. I suoi compiti sono promuovere l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile e di fruizione dei servizi comunali delle persone private della libertà personale, ovvero limitate nelle libertà di movimento domiciliate, residenti o dimoranti nel territorio del Comune di Lecce, con particolare riferimento ai diritti fondamentali alla casa, al lavoro, alla formazione, alla cultura, all’assistenza, alla tutela della salute, allo sport, per quanto nelle attribuzioni e nelle competenze del Comune medesimo, tenendo altresì conto della loro condizione di restrizione; promuovere iniziative di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti umani delle persone private della libertà personale e della umanizzazione della pena detentiva; promuovere iniziative congiunte ovvero coordinate con quelle del Comune e con altri soggetti pubblici, in ragione della loro competenza; promuovere con l’amministrazione penitenziaria e con le amministrazioni interessate protocolli d’intesa utili per espletare le sue funzioni.