Lecce, furto in una pasticceria: 48enne finisce in manette

55

PoliziaL’episodio è successo durante la scorsa notte

LECCE – Durante la notte una Volante è stata inviata presso una pasticceria nei pressi della Questura di Lecce, dove era stato segnalato un furto. Sul posto gli agenti trovavano il richiedente che, avendo sentito dei rumori all’interno, aveva avvertito la Polizia e aveva visto una persona uscire dalla porta secondaria e ne indicava la direzione.

Si notava che la saracinesca era stata forzata; pertanto i poliziotti sospettando che uno dei ladri fosse ancora all’interno, chiudevano l’uscita secondaria e si introducevano nel locale dove veniva trovato un cacciavite tra la saracinesca e la porta secondaria e, all’interno veniva fermato il ladro che, avendo entrambe le vie di fuga bloccate, anche per l’arrivo di un’altra volante era costretto ad arrendersi.

Il fermato veniva sottoposto a perquisizione personale e all’interno della tasca del giubbotto veniva trovata una torcia e sotto il giubbotto uno scaldacollo nero solitamente utilizzato per travisare il viso. Inoltre nella tasca venivano trovati i 200 euro che il proprietario, nel frattempo giunto sul posto aveva indicato come cifra mancante dalla cassa.

Al termine degli accertamenti, un 48enne tarantino, noto per analoghi reati, veniva arrestato per furto aggravato in flagranza di reato e condotto presso la locale casa circondariale.