Lecce, danni da Xylella: domande per il riconoscimento del rimborso fino al 15 ottobre

xylella-fastidiosa

I dettagli

LECCE – Disponibile sul sito del Comune di Lecce l’avviso pubblico e il modulo di richiesta di contributo per il ristoro dai danni della Xylella fastidiosa nel periodo 2016-2017. I fondi sono rivenienti dal Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 10.8.2018 “Dichiarazione dell’esistenza del carattere di eccezionalità dei danni causati da organismi nocivi (Xylella fastidiosa) nella Regione Puglia”, con il quale è stata dichiarata: “l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi per i danni causati alle produzioni dalle infezioni di Xylella fastidiosa nell’intera Provincia di Lecce nel periodo dall’.1.2016 al 31.12.2017”.

Pertanto, al fine di incentivare la ripresa del comparto agricolo del territorio comunale, si avvisa che possono beneficiare degli interventi tutte le imprese agricole di cui all’art. 5 comma 1 del D.Lgs 102/2004, nei limiti dell’entità del danno accertato, secondo le provvidenze definite all’art. 5 comma 2, lett. “a” – “b” – “c” – “d”.

In conformità a quanto previsto dall’art. 5 comma 5 del D.Lgs. 102/2004, le richieste di aiuto dovranno essere presentate all’Ufficio Protocollo o in forma cartacea, o in formato elettronico avvalendosi in quest’ultimo caso dell’indirizzo pec: protocollo@pec.comune.lecce.it, entro e non oltre la data del 15 ottobre 2018, ossia entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto. Se il quarantacinquesimo giorno dovesse coincidere con un giorno festivo, la scadenza di cui sopra è prorogata al giorno successivo.

I modelli di domanda sono disponibili sul sito web del Comune di Lecce all’indirizzo:

http://www.comune.lecce.it/news/dettaglio/2018/09/12/xylella-fastidiosa-incentivi-per-la-ripresa-del-comparto-agricolo

oppure possono essere richiesti direttamente presso l’Ufficio Agricoltura in Via Palmieri, 23, presso cui è possibile assumere le relative informazioni. Il regime di aiuti non potrà essere applicato a chi ha già ottenuto il riconoscimento della indennità in tema della calamità afferente la Xylella f. attraverso la DDS 44/2018 della Regione Puglia.