Lecce, si è concluso il concorso ‘’Infinite Lune’’: ecco i risultati

6

LECCE – Giunge al termine il concorso nazionale di poesia e videopoesia inedita “Infinite lune”, edizione speciale 2020, a cura della casa editrice I Libri di Icaro, marchio editoriale nazionale con sede a Lecce.
Un’iniziativa originale, ispirata al tema della luna e all’idea di infinito, con la quale si è voluto rappresentare il 2020 anche come anno della bellezza, con le sue 4 eclissi penombrali, una Luna Blu, una Luna Nera e le 4 Superlune che si sono alternate nel corso dei 12 mesi; inoltre, si sono celebrati i 200 anni della poesia ‘Infinito’, di Giacomo Leopardi. Evidentemente l’idea è piaciuta anche ai poeti, creativi, scrittori e aspiranti tali, considerando le tante richieste di partecipazione arrivate da ogni parte d’Italia, e i numerosi voti giunti dal pubblico, che hanno costretto l’organizzazione a prorogare i termini per la comunicazione dei risultati finali.
Per la più tradizionale categoria ‘Poesia’, la vincitrice è Rita La Boria, di Latisana (UD) con il componimento ”Allunaggio”; al secondo posto si classifica Veruska Vertuani, di Aprilia (LT) con ”La cornice del lunedì mattina”, e al terzo posto Biagio Pepe di Torre Orsana (SA) ”Selene”.
Per l’innovativa categoria ‘Videopoesia’, il vincitore è Paolo Zanelli di Finale Ligure (SV) con l’opera ”Miele di luna”; al secondo posto si classifica Marco Di Stefano, di Gela (CL) , con ”Tra l’involucro e l’anima”, e al terzo posto Rosemily Paticchio, di Lecce, con ”Una o centomila”.
Ai voti del pubblico è stata sommata la valutazione di un’apposita giuria tecnica; è doveroso quindi ricordare e ringraziare, a questo proposito, Andrea Donaera, il videomaker Andrea Stomeo, la dottoressa Maria Serena Masciullo e la stessa editrice Giorgia Meo, giudice speciale alla quale spettava assegnare un bonus di 5 punti.
La terna vincitrice riceverà in premio una targa, mentre ai vincitori assoluti, oltre alla targa, verrà consegnata un’opera d’arte a cura dell’artista Antonio Russo, soletano, noto soprattutto per le sue eleganti realizzazioni in legno d’ulivo.