Lecce, Alessandro delli Noci sulla costituzione della Zona Economica Speciale (ZES) adriatica

77

logo comune Lecce

Le parola del vicesindaco

LECCE – “In seguito alla riunione con i sindaci e con l’assessore regionale all’industria turistica e culturale Loredana Capone sulle Zes, convocata dal presidente Antonio Gabellone in vista dell’incontro con l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia Michele Mazzarano, inviamo la dichiarazione del vicesindaco Alessandro Delli Noci“.

Così in una nota il vicesindaco Alessandro delli Noci, che aggiunge: “Occorre associare le Zes a una politica industriale. È necessario risollevare o sviluppare una nuova politica industriale che deve essere associata alle misure della Regione Puglia. Credo sia indispensabile ragionare in termini di filiera, perché non possiamo immaginare che all’interno della Zes vi sia di tutto. Dobbiamo capire cosa serve e cosa interessa veramente al territorio, cosa può garantire occupazione e sviluppo economico. In questo senso, nell’area di Lecce dobbiamo pensare se sia il caso di creare una filiera strutturata nel settore metalmeccanico per esempio. Il rischio altrimenti è quello di avere all’interno delle zone economiche speciali una serie di aziende che arrivano da fuori regione, che aprono per poi chiudere appena i benefici economici saranno terminati, oppure di avere tanti call center che sfruttano anche altri fondi come quelli per i giovani disoccupati. È necessario che si pensi insieme a dei settori strategici che siano in grado di portare realmente sviluppo economico e benefici al territorio“.