L’artista tarantina Maria Pia Putignano espone a settembre alla Fortezza di Civitella del Tronto

civitella del tronto - fortezza

Maria Pia Putignano: il mare ed i suoi approdi

CIVITELLA DEL TRONTO (TE) – Nel mese di settembre l’artista tarantina Maria Pia Putignano sarà in mostra presso la Chiesa di San Giacomo nella prestigiosissima Fortezza di Civitella del Tronto, il monumento civile più visitato d’Abruzzo, per una personale curata dal critico d’arte Massimo Pasqualone e dal titolo Il Mare ed i suoi approdi, nell’ambito della rassegna La Fortezza dell’arte, curata dallo stesso Pasqualone, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Civitella del Tronto.

Nel testo critico allestito per l’occasione il critico Pasqualone scrive che “Il centro emozionale della ricerca di Maria Pia Putignano è legato al mare ed ai suoi approdi e l’artista tarantina ne sviscera i segreti con l’utilizzo di tecniche e materiali particolarmente avvincenti, basti pensare all’opera Fondale marino e pinna nobilis, realizzato con acrilico e madreperla rullato su tela o alle opere realizzate con pirografia dove acrilico e madreperla si fondono per creare sul legno effetti cromatici unici ed al contempo scenografici.

Buona parte della produzione di Maria Pia Putignano è dunque ode al mare, come recita il titolo di una sua opera, mare che diviene sovente onirico o si fa onda argentea, come nel trittico realizzato su legno con la consueta tecnica pirografica acrilico e madreperla, mare che è metafora unica e straordinaria della vita, perché alla nostra artista non interessa una descrizione di maniera, una illustrazione del mare e dei suoi approdi anaemotiva; alla nostra artista interessa la straordinaria forza simbolica del mare, il suo essere serbatoio inesauribile di segreti, di storia, di ricerca, di infinito e l’artista si rivolge al mare per ritrovarsi, per annegare tra le onde del tempo, per provare ad agganciare l’eternità.”