“La Voce dei Poeti”, riconoscimento al mecenate Antonio Quarta

90

Guido Vaglio, Regina Resta, Antonio Quarta, Wojtek PankiewiczLECCE – Un mese fa, il 20 dicembre 2016, presso le Officine Cantelmo di Lecce la cerimonia di consegna ai vincitori del Premio internazionale “La Voce dei Poeti”, concorso letterario che ha visto la partecipazione di 500 autori, italiani e stranieri, con la presentazione di opere di poesia (ma anche di foto-poesia e video-poesia) in una decina di lingue.

Un grande successo di pubblico e di critica, con giudizi davvero lusinghieri per un evento letterario inserito nel più vasto progetto della “Catena della Pace”, ispirata al profetico motto “in piedi costruttori di Pace!” di don Tonino Bello.

La rilevante iniziativa culturale e letteraria, premiata dal pubblico, dalla critica e da un’ampia attenzione della stampa italiana – anche all’estero – è stata la gratificazione più significativa per le associazioni “Verbumlandiart” di Galatone e “Valori e Rinnovamento” di Lecce – e per i rispettivi presidenti Regina Resta e Wojtek Pankiewicz – per l’impegno profuso nel promuovere ed organizzare l’evento.

Al ringraziamento verso le istituzioni che hanno dato il patrocinio alla manifestazione – Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comuni di Lecce, Galatone e Gallipoli, Ambasciata dell’Ecuador in Milano – nel corso della cerimonia di premiazione, svoltasi il 20 dicembre scorso, si è aggiunto il conferimento di Targhe di Gran Merito ad alcune personalità italiane e straniere distintesi nei campi della cultura e dell’arte. Tuttavia, una manifestazione così impegnativa, sebbene destinataria di attenzione e riconosciuta di sicuro prestigio, difficilmente riuscirebbe a vedere la luce senza il sostegno del mecenatismo privato, costituito dal tessuto produttivo ed imprenditoriale del Salento.

E in tale contesto di attenzione illuminata verso la Cultura, e in particolare nei confronti del Premio letterario internazionale “La Voce dei Poeti”, si è particolarmente distinto l’imprenditore leccese Antonio Quarta, main Sponsor della manifestazione, cui è stata conferita la Targa di Gran Merito, prestigioso riconoscimento per il suo impegno a favore dell’arte, della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione tecnologica aziendale. Il dr. Quarta, all’estero per motivi di lavoro il 20 dicembre durante la cerimonia di Premiazione, non poté ritirare il riconoscimento a lui tributato. Il 16 gennaio scorso, presso l’azienda Quarta Caffè, la Targa di Gran Merito gli è stata consegnata dalla presidente di VerbumlandiArt, Regina Resta, col segretario Guido Vaglio, e dal presidente dell’associazione “Valori e Rinnovamento”, Wojtek Pankiewicz.

Quarta Caffè è l’azienda produttrice del caffè tipico del Salento. Nata negli anni Cinquanta come torrefazione artigianale su iniziativa del Cav. Gaetano Quarta, insignito nel 1995 del titolo di Cavaliere del lavoro, Quarta Caffè è un’azienda simbolo del Salento. Negli anni ha saputo ampliare la gamma dei prodotti offerti per soddisfare le più eterogenee richieste dei consumatori. Trasformatasi dal 1988 da Società in nome collettivo in Società per Azioni, l’anno successivo realizza una fusione per incorporazione di due storiche aziende di torrefazione del Salento: nel 1992 la Moka/2 Srl di Brindisi e nel 2006 Mokaffè Srl di Cavallino. Dal 1989 la società fa parte del Consorzio Grancaffè. L’azienda detiene inoltre partecipazioni in imprese pugliesi, controllate e collegate.

Dal 2003 la conduzione della Quarta Caffè Spa passa dal fondatore Gaetano Quarta al figlio Antonio, che spinge l’acceleratore sulla vision originaria del “portare la qualità in una tazzina” anche nel campo della sostenibilità sociale ed ambientale. L’azienda rafforza infatti la spiccata attitudine alla salvaguardia dell’ambiente, con la produzione di energia alternativa, grazie alla realizzazione di un grande parco fotovoltaico e di una torre eolica nel proprio stabilimento nella zona industriale di Lecce. Accanto ad Antonio Quarta la sorella Fabiana, che si occupa del controllo di qualità delle materie prime. Gli altri componenti la famiglia – Elsa, moglie del fondatore, e le altre figlie Ornella, Carla e Anna Chiara – partecipano alla vita aziendale in qualità di soci. Ruolo di spicco è ricoperto dai figli Gaetano Quarta, procuratore generale, ed Edoardo Quarta, direttore ricerca e sviluppo.

Nello stabilimento di Quarta Caffè, completamente informatizzato, ogni anno 70mila sacchi di caffè verde diventano miscele dal gusto inconfondibile. L’esperienza e la ricerca appassionata della perfezione, perseguita dai maestri torrefattori, si esprime attraverso la tostatura separata delle diverse varietà di caffè verde. I caffè perfettamente tostati s’uniscono così in un vasto assortimento di miscele dal gusto impareggiabile, nella fusione perfetta delle migliori qualità di caffè. I prodotti di punta dell’azienda sono Quarta Caffè, Mokaffè, Decaffeinato Sereno, distribuiti in tutta Italia, ma anche in Grecia, Svizzera, Belgio, Germania, Albania e Singapore. Davvero un esempio d’imprenditoria che sa unire alla qualità della tradizione l’innovazione del processo industriale.

A cura di Goffredo Palmerini