“La tutela dei minori tra ordinamento e Diritti Negati: svantaggio, disagio, handicap”, convegno a Lecce

locandina convegno tutela dei minori

«Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.»

LECCE – In occasione della ricorrenza del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il 14 dicembre dalle ore 15.30 alle ore 19.00 e il 15 dicembre dalle ore 09.30 alle ore 13.00 si terrà, presso l’Edificio Sperimentale Tabacchi dell’Università del Salento, il Convegno dal titolo “La tutela dei minori tra ordinamento e diritti negati: svantaggio, disagio, handicap”.

L’evento è promosso dall’Associazione Giuristi Italiani per la Famiglia, con il patrocinio del Comune di Lecce e del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento, in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Lecce, l’ordine degli Assistenti Sociali di Puglia e il Consiglio Interregionale Puglia-Basilicata dell’Associazione italiana Ciechi di Guerra.

Al saluto di benvenuto del prof. Avv. Paolo Maci, Presidente Nazionale dell’AGIF e docente di Legislazione Scolastica presso l’Università Telematica Pegaso, si accompagneranno i saluti istituzionali del dott. Christian Longo, Presidente AGIF distrettuale di Lecce, dell’avv. Roberta Altavilla, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lecce, di S.E. Monsignor Michele Seccia, Arcivescovo Metropolita di Lecce, del dott. Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce e della prof.ssa Esperia Nutricati Briganti, Presidente Puglia – Basilicata dell’Associazione Ciechi di Guerra.

L’evento, al quale parteciperanno in qualità di relatori giuristi, docenti universitari, psicologi, magistrati, sarà moderato dal prof. Nicola Grasso (prof. Associato di Diritto Costituzionale presso l’Università del Salento) nella prima sessione del 14 dicembre e dal prof. Triggiani (prof. Ordinario di Diritto processuale Penale presso l’Università degli Studi di Bari) nella seconda sessione del 15 dicembre. Sono stati riconosciuti crediti formativi per gli avvocati e per gli assistenti sociali.