La Staffetta per la Speranza taglia il traguardo a Taranto con l’incontro “La ricerca è vita”

11

La Staffetta per la Speranza taglia il traguardo a Taranto con l'incontro "La ricerca è vita"

L’iniziativa di Fondazione Città della Speranza con il Patrocinio dello Stato Maggiore della Difesa, dopo aver attraversato tutta Italia per supportare la ricerca oncologica pediatrica, si conclude con l’incontro pubblico sulle prospettive di ricerca e cura in oncoematologia pediatrica a Taranto alla presenza della dr.ssa Antonella Viola e dottor Valerio Cecinati

TARANTO – La Staffetta per la Speranza “Facciamo salpare la Ricerca” organizzata da Fondazione Città della Speranza e patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa è arrivata oggi a Taranto, meta finale dopo un viaggio che è durato 6 giorni e che ha visto gli atleti attraversare tutto il Paese.

Gli atleti dopo aver fatto tappa all’aeroporto militare di Grottaglie, hanno percorso insieme gli ultimi 25 km della Staffetta fino alla portaerei Cavour, sulla quale è stata issata la bandiera di Fondazione Città della Speranza.

Per celebrare il raggiungimento del traguardo, inoltre, si terrà questa sera l’incontro “La ricerca è Vita” sulle prospettive di ricerca e cura in oncoematologia pediatrica alla presenza della dottoressa Antonella Viola, direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, e del dottor Valerio Cecinati, primario del reparto di Oncologia pediatrica del SS. Annunziata di Taranto. A seguito dell’evento, programmato per le ore 19.00 presso lo Yachting Club di Capo San Vito Taranto, è organizzata una cena di beneficienza, con asta benefica, il cui ricavato sarà devoluto al reparto di oncoematologia pediatrica del SS. Annunziata di Taranto.

La Staffetta “Facciamo salpare la Ricerca” si è posta come obiettivo quello di supportare la ricerca oncologica pediatrica, tema centrale per la Fondazione Città della Speranza che si occupa di promuovere la ricerca scientifica contro le malattie oncologiche. Inoltre, l’iniziativa ha reso omaggio alla memoria dei medici Giuseppe Basso e Modesto Carli che hanno dedicato la propria vita alla lotta ai tumori pediatrici.

In questa settimana di percorso, la Staffetta ha attraversato tutta Italia portando un messaggio che, oggi più che mai, è davvero centrale: l’importanza della Ricerca.” dichiara Antonella Viola, Direttrice scientifica di IRP Città della Speranza – “Con l’ultima tappa della Staffetta e l’evento conclusivo ‘La ricerca è Vita’ dedicato alle prospettive di ricerca e cura in oncoematologia pediatrica, che si tiene a Taranto, territorio particolarmente sensibile a questo tema, vogliamo offrire nuove riflessioni e spunti utili alla ricerca, mirati a coinvolgere sempre più persone nel supporto quotidiano dei ricercatori e a raggiungere giovani talenti invogliandoli a intraprendere percorsi professionali in questo campo“.

Oggi è un giorno importane per Fondazione Città della Speranza, grazie alla collaborazione di rilievo con lo Stato Maggiore e i suoi atleti ha potuto portare a compimento un’iniziativa di grande portata” afferma Luca Primavera, Amministratore Delegato di Città della Speranza “Grazie alla Staffetta, abbiamo condiviso i nostri valori con istituzioni e cittadini, che si sono schierati al nostro fianco, insieme per supportare la ricerca oncologica pediatrica“.

Nel lungo percorso, avviato lo scorso lunedì 13 settembre, la Staffetta ha toccato 6 diverse regioni partendo dalla sede del Comando Interregionale Vittorio Veneto di Padova, città natia della Fondazione Città della Speranza, alla presenza del Comandante delle Frecce Tricolori Gaetano Farina e della campionessa del mondo di spada dell’esercito e bronzo alle ultime olimpiadi Mara Navarria, continuando verso Assisi, per l’incontro con Padre Enzo Fortunato. La Staffetta ha poi proseguito per Roma dove è stata accolta dalla Vice Presidente del Coni Silvia Salis, ed ha raggiunto di seguito il Vaticano per ricevere la Benedizione dal Monsignor Vincenzo Pizzimenti. Le tappe successive sono state Cassino (FR) e Caserta, dove la delegazione della Staffetta ha visitato la prestigiosa Reggia prima di ripartire per Alberobello, ultima tappa prima della destinazione finale.

Gli atleti che hanno permesso il raggiungimento di questo importante traguardo e che hanno percorso il lungo tragitto sono 8: Giovanna Epis, campionessa di maratona che ha rappresentato il nostro Paese alle Olimpiadi di Tokyo 2021, gli atleti olimpionici, Stefano La Rosa, per la maratona, e Matteo Giupponi, per la marcia 50 km, e gli atleti Yohanes Chiappinelli, specialità 3.000m siepi, Stefano Chiesa, specialità 50km marcia, Sergiy Polikarpenko, specialità 10.000m e Triathlon, Michela Cesarò, specialità mezzofondista 5.000m – 10.000m, Nicole Colombi, specialità marcia.

Fondazione Città della Speranza ringrazia i sostenitori che hanno permesso la realizzazione della Staffetta: Bedeschi Spa, Karizia Spa, Macinazione Lendinara Spa, Unicomm Srl, Xacus Srl, Sanpaolo Invest – Private Banker Flavio Destro, Pregis Spa, Salumificio Lanzarini Giovanni Srl, Target Point New Srl, Melegatti 1894 Spa, I-Tech Medical Division, Frattin Auto Group – Viaggiare Rent Srl, Azienda Agricola La Caneva dei Biasio, A&D Spa Gruppo Alimentare e Dietetico, OrtoRomi Società Cooperativa Agricola.

Fondazione Città della Speranza lotta dal 1994 contro le malattie oncologiche pediatriche ed è il principale finanziatore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica (IRP). Quest’ultimo, inaugurato nel 2012, è una struttura di oltre 17.500 mq, di cui 10.000 dedicati esclusivamente alle attività di ricerca in diversi settori. Ogni anno l’Istituto porta avanti 10 progetti di ricerca, selezionati da un Comitato Scientifico Internazionale attraverso il Bando Direzione Scientifica IRP.