La fiera di Miggiano raccontata da “Un reporter in valigia”

11

fiera di miggiano - un reporter in valigia

TAURISANO (LE) – I colori e i profumi di un’antica fiera che affonda le proprie radici nel Medio evo. Forse addirittura nell’antica Roma. La web-serie di viaggi ‘Un reporter in valigia’ fa tappa, con il nuovo episodio pubblicato sui suoi canali social, alla fiera di Miggiano (Lecce) che, con la sua Sagra del maiale, rappresenta una delle manifestazioni più rinomate del Mezzogiorno. “Un’occasione di incontro che, seppure cambiata nella forma, dato che non prevede più lo scambio di animali, continua a rivivere nello spirito”, rileva l’autore e viaggiatore Mirco Paganelli, che prosegue nella scoperta dei tesori italiani. “La pandemia ci ha fatto riscoprire non solo il piacere di visitare tesori vicino casa – spiega -, ma anche di vivere momenti di convivialità semplici e materni che ci riportano alle nostre origine, e che per questo offrono conforto”.

Nell’episodio prosegue l’esplorazione dell’identità salentina anche attraverso l’artigianato. La telecamera fa tappa in un forno di vecchia data di Taurisano dove si tramandano le ricette di nonna Licia, e, nello stesso paese, nella fabbrica delle luminarie della famiglia Parisi. “Un intreccio tra artigianato, economia e famiglia che ha permesso di mantenere in vita antichi saperi”, continua a notare Paganelli, che a fine puntata anticipa il tema del prossimo episodio, i frantoi ipogei. Un altro tuffo, questa volta sotterraneo, nella storia di questa parte del Mezzogiorno. Il nuovo episodio è online ai seguenti link: YouTube, Facebook e Instagram. Ogni venerdì ne uscirà uno nuovo.

Come guardare gli episodi? Durante la pubblicazione di una stagione, ogni venerdì pomeriggio viene caricato uno nuovo episodio sul canale YouTube, il profilo Instagram @unreporterinvaligia e la pagina Facebook ‘Un reporter in valigia’. Gli episodi vengono trasmessi anche in tv su Teleromagna.

Cos’è ‘Un reporter in valigia’? La web-serie a metà tra il documentario e il blog di viaggio, è il frutto del racconto in prima persona del video-reporter Mirco Paganelli che dialoga con lo spettatore unendo approfondimenti storico-culturali a impressioni di viaggio e interviste con la gente del posto. Ogni video è girato e montato in autonomia.