International Music Competition for Youth “Dinu Lipatti”, dal 31 maggio al 2 giugno a Taranto

58

A Palazzo del Governo si sfideranno70 giovani talenti  provenienti da varie parti del pianeta

TARANTO – Dal 31 maggio al 2 giugno prossimi, per tre giorni, Taranto sarà la capitale mondiale della musica. Una settantina di artisti emergenti daranno vita all’Undicesima edizione dell’International Music Competition for Youth “Dinu Lipatti”, che si terrà presso il Palazzo del Governo, in via Anfiteatro 4 a Taranto. Nel Palazzo della Provincia si sfideranno giovani musicisti provenienti da varie parti del pianeta, come Turchia, Kossovo, Cina, Korea, Argentina, Romania, Russia e ovviamente Italia, da Bergamo a Palermo, da Firenze a Cosenza.

Patrocinato da Provincia di Taranto, organizzato da Piccolo Maestro e Festival “Pro Patria”, con la direzione artistica del pianista Cosimo Damiano Lanza, tributato allo straordinario precoce talento rumeno del pianoforte di metà Novecento, il Concorso Internazionale Musicale per Giovani “Dinu Lipatti” verterà su queste sezioni: “Giovani Pianisti”, “Giovani Violinisti”, “Giovani Solisti” (Archi – Canto Lirico – Chitarra – Fiati – Arpa – Fisarmonica) e “Musica da Camera” (Duo – dal Trio all’ Ensemble). Questo il calendario dell’evento: dalle ore 10 del 31 maggio partono le audizioni, sino alle serate di premiazione ed al concerto finale, dalle ore 18 del 2 giugno, che vedrà esibirsi i primi premiati di ciascuna sezione del Concorso ed il vincitore assoluto della sezione violino.

Questi, in rassegna, tutti i premi che saranno consegnati ai vincitori dell’XI International Music Competition for Youth “Dinu Lipatti”: 1° Premio Assoluto Internazionale Giovani Pianisti, consistente in Targa o Medaglia di Bronzo Presidenze del Parlamento e Diploma, Borsa di Studio di 500 euro offerta dal presidente Capitano di Vascello Gianni Passafiume dell’associazione Unuci, sezione di Taranto; Premio Speciale “Propatria Festival Internazionale dei Giovani Talenti”, che consiste in un concerto da tenere in qualità di ospite nell’ambito della XIII edizione del Festival Internazionale Propatria dei Giovani Talenti. Il concerto è gentilmente offerto dalla dott.ssa Mioara Moraru Cristea; in Trofeo del PTHM (Priorato Tempio Hierosolimitano di Mik’ael) e in un’opera della pittrice Antonia Calianno;

1° Premio Assoluto Premio Internazionale Giovani Violinisti, consistente in Targa o Medaglia di Bronzo Presidenze del Parlamento, in copia di un violino del Guarnieri del Gesù, offerto da Sorin Lucretiu Suciu, General Manager di PiccoloMaestro;

Premio Speciale “Propatria Festival Internazionale dei Giovani Talenti”, consistente in un concerto da tenere in qualità di ospite nell’ambito della XIII edizione del Festival Internazionale Propatria dei Giovani Talenti). Il concerto è gentilmente offerto dalla dott.ssa Mioara Moraru Cristea; in un Trofeo del PTHM (Priorato Tempio Hierosolimitano di Mik’ael) offerto dal dott. Raffaele Sepe, Priore del PTHM; e in un’opera della pittrice Antonia Calianno;

2° Premio Assoluto del Concorso: Targa Presidenze del Parlamento, Trofeo del PTHM (Priorato Tempio Hierosolimitano di Mik’ael), Diploma e opera della pittrice Antonia Calianno;

3° Premio Assoluto del Concorso consistente in Targa Presidenze del Parlamento e Diploma.

Ai primi classificati di ogni categoria andranno invece: Medaglia e Diploma di Primo Premio; ai secondi classificati di categoria: Medaglia e Diploma di Secondo Premio; ai terzi classificati di categoria: Medaglia e Diploma di Terzo Premio; ai restanti classificati: Diploma con classificazione e punteggio.

Questa è la Giuria Commissariale dell’XI International Music Competition for Youth “Dinu Lipatti”: presidente Cosimo Damiano Lanza, membri Gianni Bicchierini, Roberto Corlianò, Anna Dibattista, Marcello Forte, Pierpaolo Morbidelli, Sorin Lucretiu Suciu, Agnese Urso ed Esra Yüce.

In occasione del Concorso “Dinu Lipatti”, al Palazzo del Governo di Taranto sarà in allestimento una mostra di quadri firmati dalla pittrice di Martina Franca Antonia Calianno, in arte Muscèt. Il suo talento contemporaneo l’ha spinta ad esporre in varie parti d’Italia. Dopo lo studio col pittore acquerellista di fama internazionale Igli Arapi, ha maturato nel corso degli anni un modo espressivo citato come “bianco e nero a colori” in cui la tecnica del bianco e nero si arricchisce di toni brunastri con una combinazione di colore nota solo all’artista, in grado di creare una dimensione emotiva potente e dare tridimensionalità e vita alle sue opere.

Dinu Lipatti è stato un pianista e compositore romeno, nato il 19 marzo 1917 a Bucarest, morto il 2 dicembre 1950 a Ginevra, dove si era stabilito nel dopoguerra. Talento precocissimo, aveva composto musica a cinque anni; a tredici debuttò come pianista, con grande successo, in una sala pubblica di Bucarest. Studiò armonia, composizione, arte direttoriale a Bucarest, Parigi e Ginevra, fra gli altri con Alfred Cortot e con Paul Dukas. Dall’età di 18 anni, diede oltre un centinaio di concerti nei principali centri musicali europei, sia come solista, sia con orchestre dirette da Cortot, G. Enescu, H. von Karajan, A. Galliera, Ch. Münch. Colpito dal linfoma di Hodgkin, ha tenuto l’ultimo concerto a Besançon. Ottenuta una fama internazionale, è scomparso il 2 dicembre 1950, all’età di soli 33 anni, a Ginevra.