Incontro proficuo tra sindacati e gioia per rendere strategica l’agenzia”

63

“Andiamo avanti per rendere strategia in azienda”

BARI – “Oggi – dichiara il Segretario Generale della Uila di Puglia, Pietro Buongiorno- abbiamo incontrato congiuntamente alle altre organizzazioni l’Assessore all’Agricoltura Di Gioia e il neo Commissario straordinario Arif Milillo per sollecitare e stimolare l’attivazione di un percorso che porti alla risoluzione delle annose vicende ancora insistenti in Arif: dal mancato riconoscimento del PPO 2016 e 2018 ai lavoratori con il contratto di natura privatistica, passando dalla stabilizzazione del personale impiegatizio (che attende da anni) sino alla mancata pianificazione della stagione irrigua e forestale alle porte che rischia di compromettere la salvaguardia del territorio e i servizi alle imprese agricole. Abbiamo plaudito all’approvazione di una legge regionale che ridefinisce il ruolo di Arif, attribuendo all’agenzia poteri strategici per la gestione anche dell’emergenza Xylella. Ora – continua Buongiorno – è il momento di attuare una riorganizzazione pianificata ed efficace dell’ente che parta, soprattutto, dalla risoluzione dei problemi dei dipendenti: è il primo step per far ripartire l’Arif, rendendola efficiente nell’espletamento delle sue funzioni. Oggi in assessorato abbiamo fissato una tabella di marcia – prosegue il Segretario Generale, subito dopo l’insediamento del commissario previsto per giovedì dovremo subito incontrarci per pianificare un metodo di lavoro che sia in grado di assicurare il pieno funzionamento dell’agenzia, evitando di mortificare i lavoratori.

Anche oggi Il Direttore Generale Ragno ha deciso di non prendere parte alla riunione, tenendo conto del fatto che il Commissario Milillo non è ancora nel pieno potere delle sue funzioni. Quanto da noi ribadito più volte che ineriva il vuoto in seno al management, incapace di dare una direzione d¹indirizzo chiara all’agenzia, è stato dimostrato ancora una volta con l’assenza di oggi del D.g. Ragno. Il confronto di oggi si insinua nel solco di una opportuna e proficua collaborazione per il bene di tutti i lavoratori. Al neo-commissario – chiosa Buongiorno – chiediamo che si dia concretezza alle rivendicazioni dei lavoratori che da ormai attendono da troppo tempo.”